Rundetårn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rundetårn
Rundetårn right.jpg
Localizzazione
StatoDanimarca Danimarca
LocalitàCopenaghen
IndirizzoJarmers Plads
Coordinate55°40′52.93″N 12°34′32.84″E / 55.68137°N 12.57579°E55.68137; 12.57579
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVII secolo
Inaugurazione1642
Stilebarocco
Usoosservatorio astronomico
Altezza34,8 m
Realizzazione
ArchitettoHans van Steenwinckel II
CommittenteCristiano IV di Danimarca

La Torre Rotonda (in danese: Rundetårn), storicamente Stellaburgis Hafniens, è una torre risalente al XVII secolo collocata nel centro di Copenaghen.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Adi Holzer: Rundetårn 1999.

Nata come osservatorio astronomico, la Rundetårn è una delle molte strutture volute da Cristiano IV di Danimarca. È nota per la sua grande scalinata, un camminamento elicoidale tanto largo da permettere il passaggio a dei cavalli, che porta fino alla cima della torre. La torre è alta 34,8 metri[1] e dalla vetta è possibile scorgere molte strutture iconiche della città: si vedono la torre del municipio, la guglia con le code di drago della Borsa, la Vor Frelsers Kirke e molto altro.

La torre fa parte del complesso della Trinità, costituito da una cappella universitaria, la chiesa della Trinità e una biblioteca accademica che costituiva la prima struttura della Biblioteca dell'Università di Copenaghen, fondata nel 1482. Oggi la Torre Rotonda funge da attrazione turistica per l'osservazione del panorama di Copenaghen, ma anche da osservatorio astronomico pubblico e monumento storico. La Sala della biblioteca sopra la chiesa è accessibile solo lungo la scalinata della torre ed è sede di mostre e concerti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cristian Bonetto, Rundetårn, in Copenaghen Pocket, EDT, 2018. URL consultato il 7 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sito ufficiale

Controllo di autoritàVIAF (EN3590154801944456310004 · LCCN (ENn2019002508 · WorldCat Identities (ENlccn-n2019002508