Rudolf Schuster

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Rudolf Schuster
Rudolf Schuster 2011.jpg

Presidente della Repubblica Slovacca
Durata mandato 15 giugno 1999 –
15 giugno 2004
Capo del governo Mikuláš Dzurinda
Predecessore Michal Kováč
Successore Ivan Gašparovič

Dati generali
Partito politico SOP
Firma Firma di Rudolf Schuster

Rudolf Schuster (Košice, 4 gennaio 1934) è un politico, diplomatico, drammaturgo e scrittore slovacco, di origini tedesche. È stato Presidente della Repubblica Slovacca dal 15 giugno 1999 al 15 giugno 2004.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da padre tedesco (tedesco dei Carpazi) e madre ungherese, trascorse l'infanzia a Medzev.

Dal 1964 al 1990 è stato membro del partito comunista slovacco, poi sindaco della sua città (in slovacco: primátor) rispettivamente nel 1983-1986 e 1994-1999, presidente del Consiglio nazionale slovacco (1989-1990), ambasciatore della Cecoslovacchia in Canada (1990-1992) e leader del SOP (Strana občianskeho porozumenia, 1998-1999).

Parla correntemente slovacco, ceco, tedesco, russo, inglese e ungherese.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze slovacche[modifica | modifica wikitesto]

Gran maestro dell'Ordine della Doppia croce bianca - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro dell'Ordine della Doppia croce bianca
Gran maestro e membro di I classe dell'Ordine di Andrej Hlinka - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro e membro di I classe dell'Ordine di Andrej Hlinka
— 1999
Gran maestro e membro di I classe dell'Ordine di Ľudovít Štúr - nastrino per uniforme ordinaria Gran maestro e membro di I classe dell'Ordine di Ľudovít Štúr
— 1999
Croce di Milan Rastislav Štefánik di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Milan Rastislav Štefánik di I Classe
— 1999
Croce di Pribina di I Classe - nastrino per uniforme ordinaria Croce di Pribina di I Classe
— 1999

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Membro di Classe Athir dell'Ordine nazionale al merito (Algeria) - nastrino per uniforme ordinaria Membro di Classe Athir dell'Ordine nazionale al merito (Algeria)
— 14 giugno 2003
Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine di Isabella la Cattolica (Spagna)
— 1º luglio 2002[1]
Collare dell'Ordine della Stella di Romania (Romania) - nastrino per uniforme ordinaria Collare dell'Ordine della Stella di Romania (Romania)
— 2000[2]
Cavaliere di gran croce del Grand'ordine del re Tomislavo (Croazia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce del Grand'ordine del re Tomislavo (Croazia)
«Per l'eccezionale contributo alla promozione dell'amicizia e della cooperazione allo sviluppo tra la Repubblica di Croazia e la Repubblica slovacca.»
— Zagabria, 2 ottobre 2001[3]
Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dell'Aquila bianca (Polonia)
— 2002
Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine dei Serafini (Svezia)
— 21 marzo 2002
Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Italia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce decorato di gran cordone dell'Ordine al merito della Repubblica italiana (Italia)
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— Roma, 28 giugno 2002[4]
Cavaliere di gran croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce con Collare dell'Ordine al Merito della Repubblica ungherese (Ungheria)
— 2003
Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria) - nastrino per uniforme ordinaria Grande Stella dell'Ordine al Merito della Repubblica Austriaca (Austria)
— 2004

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bollettino Ufficiale di Stato
  2. ^ Tabella degli insigniti (XLS), su canord.presidency.ro. URL consultato il 28 novembre 2014 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2015).
  3. ^ (HR) Odluka o odlikovanju Njegove Ekscelencije Rudolfa Schustera, su nn.hr, Narodne novine, 2 ottobre 2001. URL consultato il 06-11-2010.
  4. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato, su quirinale.it. URL consultato il 06-11-2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Presidente della Repubblica Slovacca Successore Flag of the President of Slovakia.svg
Michal Kováč 15 giugno 1999 - 15 giugno 2004 Ivan Gašparovič
Controllo di autoritàVIAF (EN98380240 · ISNI (EN0000 0001 1079 0999 · LCCN (ENn98008124 · GND (DE122539060 · WorldCat Identities (ENlccn-n98008124