Ricuperatori Cowper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ricuperatori Cowper

Un ricuperatore Cowper (o torre di Cowper o rigeneratore Cowper) è un'apparecchiatura che permette di recuperare una parte, circa il 35%, del gas in uscita dall'altoforno (il cosiddetto gas povero), con potere calorifico di 900 kcal/kg che, addizionato di aria soffiata da un ventilatore, viene bruciato per riscaldare l'impilaggio di mattoni refrattari, di grande superficie, contenuti nel cowper durante la fase di riscaldamento; ottenuta la voluta temperatura, il ciclo viene invertito e l'impilaggio serve quindi per il riscaldamento dell'aria da insufflare nell'altoforno stesso. Sono stati ideati dall'ingegnere britannico Edward Alfred Cowper (1819 - 1893).

Dal punto di vista impiantistico, i ricuperatori sono degli scambiatori di calore di tipo rigenerativo.
Si presentano come delle torri cilindriche riempite di speciali refrattari con la massima superficie di contatto ai gas in transito, rivestite esternamente di lamiera, alte più di venti metri e larghe più di cinque, chiuse superiormente da una cupola semisferica e chiusi inferiormente da un basamento in calcestruzzo.

I ricuperatori si usano almeno a gruppi di tre, in quanto la fase di riscaldamento dura 60 minuti e la fase di raffreddamento 20 minuti; avvicendando le tre torri si può avere un riscaldamento costante dell'aria.[1]

L'operazione di depurazione di gas si effettua con:

Rappresentazione d cinque scambiatori Cowper di tipo rigenerativo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giuseppe Grosso - "corso di tecnologia meccanica 1" PROGETTO ERGON - Edizioni Scolastiche Bruno Mondadori- pagina 104 - ISBN 88-424-4543-6

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria