Protogene Veronesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Protogene Veronesi
Protogene Veronesi.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature VI, VII
Gruppo
parlamentare
comunista

Europarlamentare
Legislature I
Gruppo
parlamentare
Gruppo Comunista e Apparentati

Dati generali
Partito politico PCI
Titolo di studio laurea in fisica
Professione fisico, docente universitario

Protogene Veronesi (Bologna, 19 febbraio 1920Bologna, 23 agosto 1990) è stato un politico e fisico italiano, esponente del Partito Comunista Italiano e già parlamentare europeo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in un rione popolare di Bologna (pubblicò anche un libro di poesie in dialetto bolognese intitolato Zander, "cenere"), si era laureato in fisica nel 1942 presso la locale università, per poi divenire ufficiale di complemento. Partigiano, dopo l'8 settembre del 1943 la sua fedeltà agli ideali democratici gli costò un periodo di internamento nei lager nazisti.[1]

Dopo la guerra entrò a far parte dell'Istituto di Fisica dell'Università di Bologna fino a divenire ordinario di fisica generale e contestualmente proseguì la sua attività politica come consigliere comunale e infine come senatore, eletto nel 1972 e nel 1976.[1]

È stato eletto alle elezioni europee del 1979 per le liste del PCI. È stato vicepresidente della Commissione per l'energia e la ricerca, membro della Commissione per la protezione dell'ambiente, la sanità pubblica e la tutela dei consumatori e della Delegazione per le relazioni con gli Stati del Golfo.

Ha poi aderito al gruppo parlamentare "Gruppo Comunista e Apparentati".

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Guida alla risoluzione dei problemi di fisica (con Domenico Brini e Otello Rimondi), 2 voll., Patron, Bologna, 1951-57 (con successive edizioni)
  • Fondamenti di meccanica classica (con Enzo Fuschini), Clueb, Bologna, 1973 (II edizione, 1977).
  • Zander: tentativ d'espremer di pensir con vers in dialat bulgnais/L'Innominabil, Bologna, 1987.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fisica e tecnologia e Il Nuovo Saggiatore, in Il Nuovo Saggiatore, Società italiana di fisica, gennaio-febbraio 1991.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]