Produzione industriale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
IMPIANTI INDUSTRIALI
Produzione industriale
Progettazione di prodotto
Progettazione di processo
Progettazione di sistema
Sistemi integrati di produzione.png

La produzione industriale (o fabbricazione), nella macroeconomia, è l'insieme delle attività relative alla trasformazione di materie prime, energie ed informazioni in beni di consumo ossia la combinazione di fattori di produzione (input) per la realizzazione di prodotti (output) ovvero beni a valore aggiunto.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni trasformazione per essere compiuta richiede una tecnologia, vale a dire una macchina in grado di implementare il tutto. La produzione di un prodotto complesso richiede un insieme correlato e finalizzato di processi (tecnologie, macchinari, ecc…) che costituisce un sistema di produzione. Il concetto di "trasformazione di materie prime" è parzialmente limitativo e risente dell'originale derivazione; pertanto, deve essere inteso in senso molto ampio: processi di assemblaggio di semilavorati o montaggio di componenti finiti, trattamenti e lavorazioni di manufatti e prodotti complessi, costruzione di opere, rientrano nella definizione di produzione industriale.

Le moderne attività produttive sono altamente diversificate, si possono oggi identificare più di 450 tipologie di attività manifatturiere, i cui prodotti si possono classificare in circa 20 gruppi principali: aerospaziale, automobilistica, elettronica.

Applicazione[modifica | modifica wikitesto]

Contesto sociale[modifica | modifica wikitesto]

Si riferisce soprattutto a quelle che sono le mode, le tendenze: basti pensare al design che determina forti cambiamenti nella progettazione del prodotto al fine di soddisfare i gusti del cliente.

Contesto tecnologico[modifica | modifica wikitesto]

Il livello raggiunto dalle conoscenze tecnologiche consente di concepire e realizzare: nuovi modi di produrre e nuovi modi di organizzare, integrare e gestire le imprese. Questo insieme di innovazioni, strettamente correlato al contesto (economia e società), porta al realizzarsi di nuovi paradigmi tecnologici industriali.

Ricordiamo che i tre stadi della Rivoluzione Industriale sono:

  1. rivoluzione neolitica: era dell'artigianato;
  2. rivoluzione industriale: era della meccanizzazione: Meccanizzazione Puntuale e Produzione di Massa.
  3. nuova rivoluzione industriale: era dell'informatica: Automazione.

Il contesto esprime nel tempo una curva di domanda di qualità sostenibile a cui l'impresa deve rispondere con appropriate soluzioni tecnologiche (prodotti, processi, sistemi). – L'evoluzione nel tempo della curva obbliga l'azienda a mutare la propria soluzione tecnologica, attivando dei processi (programmi) di ricerca, innovazione e formazione, interni o esterni alla azienda, sia in ambito locale nazionale o internazionale.

Contesto economico[modifica | modifica wikitesto]

  • Globalizzazione
    • Domanda-Offerta
  • Prodotti e strumenti di produzione
    • Libero scambio:NAFTA, GATT
    • Sviluppo sistemi e infrastrutture di supporto allo scambio di merci
  • Capitale umano e finanziario
    • Rimozione barriere nazionali e mercati finanziari globali
  • Tecnologia
    • Scambi di know-how attraverso programmi di ricerca
  • Turbolenza
    • Turbolenza Strutturale
    • Rilocazione del compiti all'interno del tessuto produttivo
    • Rilocazione geografica dei tessuti produttivi
  • Turbolenza della domanda
    • Rapida evoluzione delle esigenze e dei bisogni del mercato
    • Destandardizzazione del prodotto
    • Riduzione dei cicli di vita
    • Segmentazione dei mercati

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]