Pro Display XDR

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pro Display XDR
computer
Apple Pro Display XDR and Mac Pro (2019 model).png
TipoComputer monitor
Paese d'origineStati Uniti d'America
ProduttoreApple Inc.
Inizio venditaFebbraio 2020
Prezzo di lancio5.599-6.599
Display incorporatoDisplay Retina 32 pollici
Drive incorporatiLCD IPS da 32" (diagonale) con tecnologia Oxide TFT, XDR (Extreme Dynamic Range)
Risoluzioni video6016×3384 pixel (20,4 milioni di pixel) a 218 ppi (pixel per pollice)
PorteUna porta Thunderbolt 3 (USB‑C), tre porte USB‑C
SO di seriemacOS
SO correntemacOS Big Sur
Consumo140 W
Peso7,48 kg
Dimensioni (A x L x P)41,2 cm x 71,8 cm x 2,7 cm
ColorazioniGrigio chiaro
Sito webwww.apple.com/it/

Il Pro Display XDR è un display progettato e prodotto dalla Apple Inc.. È il primo display Retina 6K da 32'' al mondo, raggiunge fino a 1600 nit di luminosità, ha un contrasto di 1.000.000:1 con un angolo di visione superwide. Presenta oltre un miliardo di colori riprodotti con estrema accuratezza.[1]

Display[modifica | modifica wikitesto]

Gamma dinamica[modifica | modifica wikitesto]

Il contrasto che gli occhi vedono tra zone luminose e zone scure è molto difficile da riprodurre su un display e questo ha portato allo sviluppo dell'High Dynamic Range (HDR). Ma con la rivoluzione tecnologica di retroilluminazione di Pro Display XDR, luminosità, contrasto e colori raggiungono livelli superiori e si passa all'Extreme Dynamic Range (XDR).[1]

Luminosità[modifica | modifica wikitesto]

Il Pro Display XDR raggiunge una luminosità costante a tutto schermo di 1000 nit e picchi fino a 1600 nit. Permette così di mantenere una luminosità estrema senza cali di intensità e insieme all'efficace controllo della retroilluminazione, assicura un contrasto eccezionale tra il bianco più brillante e il nero più intenso. Il risultato è un incredibile contrasto di 1.000.000:1 per immagini XDR ultrarealistiche.[1]

Colori[modifica | modifica wikitesto]

L'ampia gamma cromatica P3 genera una palette in grado di creare le immagini più brillanti e con il colore a 10 bit reali, Pro Display XDR produce più di un miliardo di sfumature con estrema accuratezza. Un sistema di calibrazione e un algoritmo sofisticati permettono di ottenere la massima qualità cromatica possibile.[1]

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Per ottenere immagini ultrarealistiche è necessario che sullo schermo ci siano zone estremamente luminose accanto ad altre estremamente scure. Ma senza un controllo preciso della retroilluminazione, può crearsi un alone indesiderato: si chiama effetto blooming. Pro Display XDR è in grado di ridurre drasticamente questo difetto utilizzando un’evoluta tecnologia LED per plasmare la luce ed elaborare le immagini in modo intelligente.[1]

Angolo di visione superwide[modifica | modifica wikitesto]

Quando si lavora in più persone davanti allo stesso schermo, è fondamentale che tutti vedano la stessa cosa. La maggior parte dei monitor professionali dichiara di avere un ampio angolo di visione, ma in realtà immagini e colori vengono distorti se visti fuori asse. La tecnologia di polarizzazione di Pro Display XDR produce un angolo di visione superwide con colore e contrasto eccezionali da qualsiasi punto di vista. Presenta un contrasto fuori asse fino a 25 volte migliore rispetto a un LCD classico.[1]

Riflessi[modifica | modifica wikitesto]

Lo schermo di Pro Display XDR è progettato per avere una riflettanza estremamente bassa. Ma se nell’ambiente lavorativo è particolarmente complicato controllare l’illuminazione, si può scegliere la versione opacizzata: ha il vetro trattato con una speciale nanotexture. Solitamente la superficie degli schermi opachi ha un rivestimento che disperde la luce. Il problema di questi rivestimenti è che riducono il contrasto, offuscano l’immagine e producono riflessi indesiderati. La nanotexture sul Pro Display XDR, invece, è incisa nel vetro a livello nanometrico. Il risultato è uno schermo con una splendida qualità dell’immagine, che mantiene il contrasto e diffonde la luce per ridurre i riflessi al minimo assoluto.[1]

Retina 6K[modifica | modifica wikitesto]

Con un display Retina 6K, Pro Display XDR dà quasi il 40% di spazio in più sullo schermo rispetto a un monitor 5K. E mentre la maggior parte dei monitor raggiunge al massimo 150 pixel per pollice (ppi), il display Retina arriva a ben 218 ppi per dare immagini straordinariamente nitide e dettagliate. È come un’immensa tela per creazioni foto e video 4K.[1]

Modalità di riferimento[modifica | modifica wikitesto]

È facile calibrare Pro Display XDR: dai video in HDR, HD o SD al cinema digitale, fino ad altri usi più generici come fotografia, web design, grafica e stampa. Basta scegliere una modalità, e il display si riconfigura con le impostazioni specifiche di spazio colore, punto di bianco, gamma e luminosità.[1]

True Tone[modifica | modifica wikitesto]

La tecnologia True Tone su Pro Display XDR usa un rivoluzionario sistema a due sensori di luce ambientale, uno frontale e uno posteriore, per valutare meglio l’illuminazione intorno alla persona. In questo modo è più facile regolare con precisione il colore e l’intensità del display, per una visione accurata in qualsiasi condizione di luminosità.[1]

Calibrazione[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuno dei 576 LED viene calibrato individualmente e ha un suo profilo di luce memorizzato. Un algoritmo usa poi queste informazioni per determinare l’esatta intensità luminosa a cui modulare ogni LED per produrre la migliore immagine possibile.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k Apple (Italia), su Apple (Italia). URL consultato l'11 febbraio 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]