Princess Romanoff

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Princess Romanoff
Titolo originalePrincess Romanoff
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1915
Durata50 min
Dati tecniciB/N
rapporto: 1.33 : 1
film muto
Genereavventura, drammatico
RegiaFrank Powell
Soggettodal lavoro teatrale Fedora di Victorien Sardou
SceneggiaturaClara Beranger (come Clara S. Beranger)
Casa di produzioneFox Film Corporation
Interpreti e personaggi

Princess Romanoff è un film muto del 1915 diretto da Frank Powell. Prodotto e distribuito dalla Fox Film Corporation, secondo le informazioni fornite dal copyright, il film - della lunghezza di sei rulli - si basa sul lavoro teatrale Fedora di Victorien Sardou nella traduzione di Joseph H. Trant. La protagonista, l'attrice Nance O'Nei, aveva già interpretato in precedenza il ruolo del titolo in varie produzioni teatrali[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il suicidio della moglie, il principe Loris Ipanoff scopre che lei era stata l'amante di Vladimir Boroff, un ufficiale fidanzato con la principessa Fedora Romanoff. Per vendicare il suo onore ferito, uccide il rivale. La principessa Fedora segue le tracce dell'assassino per tutta l'Europa fino ad arrivare a ritrovarlo a New York. Lì, i due si conoscono e si innamorano. Fedora, che prima voleva consegnarlo ai sicari mandati dallo zar, quando conosce le ragioni del suo gesto e ha le prove che il fidanzato la stava tradendo proprio prima di sposarla, perdona Loris e telegrafa a Mosca per fare rilasciare sua madre e suo fratello che erano stati imprigionati in seguito alla sua denuncia. Loris, venuto a sapere che la donna che lo ha tradito è Fedora, cerca di ucciderla per tenere fede alla promessa che si era fatto. Ma viene fermato dai servitori della principessa. Fedora, consapevole che lui verrà ucciso appena avrà lasciato le sue stanze, sacrifica il proprio onore, impedendogli di andarsene e facendogli passare la notte con lei. Piena di rimorsi, beve del veleno. Ma da Mosca arriva la notizia che la madre e il fratello di Loris sono salvi. Il principe, accortosi che Fedora vuole uccidersi, si prodiga per salvarla, riportandola alla vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Fox Film Corporation.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto da William Fox, fu registrato il 6 maggio 1915 con il numero LP6038[1][2]. Distribuito dalla Fox Film Corporation, il film uscì nelle sale cinematografiche statunitensi nel maggio 1915.

Non si conoscono copie ancora esistenti della pellicola che viene considerata presumibilmente perduta[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) The American Film Institute Catalog, Features Films 1911-1920, University of California Press, 1988 ISBN 0-520-06301-5

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema