Preparato 500

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cornoletame o "preparato 500"

Il preparato 500, altrimenti detto Cornoletame è utilizzato nell'agricoltura biodinamica descritta da Rudolf Steiner. Il preparato è costituito da letame di vacca infilato nel cavo di un corno proveniente da una vacca che abbia partorito almeno una volta. Il corno, una volta riempito, viene sotterrato per lasciarlo fermentare durante l'inverno. Il composto viene recuperato nei giorni prossimi alla Pasqua, quando ormai si è trasformato in humus e ha perso l'odore del letame, acquisendo quello nobile del sottobosco.

Viene allora distribuito, miscelato e diluito con acqua (in gergo dinamizzato), con lo scopo (presunto e non dimostrato) di incrementare la resa produttiva del terreno.

Esoterismo soggiacente[modifica | modifica wikitesto]

Corna utilizzate nella realizzazione del preparato

Steiner spiega così l'importanza di conservare il preparato in un corno di vacca:

«La vacca ha le corna al fine di inviare dentro di sé le forze formative eterico-astrali, che, premendo verso l'interno, hanno lo scopo di penetrare direttamente nell'organo digestivo. Proprio attraverso la radiazione che proviene da corna e zoccoli si sviluppa molto lavoro all'interno dell'organo digestivo stesso. [...] Così nelle corna abbiamo qualcosa di ben adattato, per sua natura, a irradiare le proprietà vitali e astrali nella vita interiore. Nel corno avete qualcosa che irradia vita – anzi irradia anche astralità.»

([1])

I concetti espressi da Steiner in merito al preparato 500 non hanno alcun fondamento scientifico e sono considerati un esempio di pseudoscienza[1].

Nonostante ciò vi sono studi scientifici che si occupano di questo argomento. Nessuno di essi ha mai dimostrato un'efficacia delle tecniche biodinamiche rispetto alle normali tecniche biologiche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Dario Bressanini, Biodinamica®: cominciamo da Rudolf Steiner, su La scienza in cucina, Le Scienze, febbraio 2011. URL consultato il 3 giugno 2016.
Agricoltura Portale Agricoltura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di agricoltura