Porta Nuova (Bergamo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta Nuova
già Barriera delle Grazie
Bergamo, Porta Nuova VL01.jpeg
I propilei di Porta Nuova
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBergamo
Indirizzolargo Porta Nuova 16
Coordinate45°41′39.45″N 9°40′15.24″E / 45.694291°N 9.670901°E45.694291; 9.670901Coordinate: 45°41′39.45″N 9°40′15.24″E / 45.694291°N 9.670901°E45.694291; 9.670901
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1837
Stilearchitettura neoclassica italiana
Realizzazione
ArchitettoGiuseppe Cusi (progetto 1828)
Ferdinando Crivelli (assistente)

Porta Nuova (già Barriera delle Grazie ) è una porta monumentale della città di Bergamo.

Il progetto del Cusi in un'acquaforte del 1830.

Venne realizzata in stile neoclassico nel 1837, in occasione dell'ingresso in città di Ferdinando I d'Austria (1838), su un precedente progetto del 1828 dell'architetto Giuseppe Cusi, affiancato nella realizzazione da Ferdinando Crivelli. La nuova porta fu inaugurata in occasione dell'apertura della fiera alessandrina il 20 agosto del 1837 [1]

La costruzione dei propilei e del viale Papa Giovanni, che inizialmente prese il nome di via Ferinandea in onore della visita del regnante.[2] che collega la stazione ferroviaria austriaca alla funicolare che sale nella parte alta della città, obbligò la demolizione del convento e chiesa di Santa Maria delle Grazie[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Luigi Pelandi, Attraverso le vie di Bergamo scomparsa. II, La strada Ferdinandea, Bergamo, 1963, p. 11.
  2. ^ Viale Vittorio Emanuele, la strada che racconta tutta la storia bergamasca, Bg Newes, 7 febbraio 2019. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  3. ^ Bergamo scomparsa, chiesa e convento delle Grazie, Bergamosera, 30 novembre 2016. URL consultato il 26 settembre 2017 (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]