Porta Marina (Barletta)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porta Marina
Mura difensive
Barletta - Porta Marina 01.JPG
Porta Marina - fronte sud
Ubicazione
Stato attualeItalia Italia
RegionePuglia
CittàBarletta
Coordinate41°19′22.95″N 16°17′04.71″E / 41.323042°N 16.284642°E41.323042; 16.284642
Mappa di localizzazione: Italia
Porta Marina (Barletta)
Informazioni generali
Costruzione1751-XVIII secolo
Proprietario attualeComune di Barletta
VisitabileSi
fonti citate nel testo dell'articolo
voci di architetture militari presenti su Wikipedia

Porta Marina costituisce l'unico esempio rimanente delle antiche porte che cingevano la città di Barletta. È situata nella piazza omonima e su di essa confluiscono: via Mura San Cataldo, che circonda i Giardini del Castello e scende fino a Piazza Marina seguendo l'abbassamento di quota sul livello del mare; via Mura del Carmine, che proviene dalla parte opposta e che è situata sulle antiche mura che un tempo si affacciavano sul mare; via Marina che proviene dal Porto e, attraversando la piazza, sale lungo fino a innestarsi nell'antico tracciato di via Cialdini.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Porta Marina - Fronte nord

Porta Marina non è sempre stata situata nel medesimo punto. L'originaria Porta Marina, medioevale, è verosimilmente quell'arco a sesto acuto che attualmente permette di accedere all'edificio che ha ospitato la Guardia di Finanza fino alla costruzione della nuova caserma. Al suo fianco trovava posto l'antico Palazzo della Dogana e le mura medioevali scendevano dal Castello verso via Sant'Andrea, costeggiando i vicoli provenienti da via Duomo e terminavano su Porta Marina. Solo successivamente la cinta muraria sarebbe stata estesa a nord-ovest lungo la linea di costa fino al Paraticchio.[1] Nel 1751 fu costruita la nuova porta, testimoniata dall'iscrizione lapidea presente sulla parte superiore della porta che si affaccia verso il mare, affiancata dalle armi della città e dallo stemma borbonico:

D.O.M.
CAROLO PIO FEL. ANG. REGNANTE
QUA PORTUM RECTA ADIRI LICEAT
ORDO POPULUSQ. BAROLUTANUS
ELEGANTIOREM PORTAM PATEFECIT A.M.D. CCLI
JOSEPHO DE ELIA VINCENTIO STEFANELLI ELECTIS

Lo stemma borbonico è presente nel medesimo punto anche dalla parte opposta della porta.

Questa voce fa parte della zona:
Santa Maria Maggiore
Voci principali

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ come testimonia la pianta di Barletta del 1586, conservata presso la Biblioteca Angelica di Roma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Doronzo, I borghi antichi di Barletta, Volume 2, Barletta, CRSEC, 2005

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]