Pompeo Probo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pompeo Probo (latino: Pompeius Probus; fl. 307-314; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano, legato alla corte d'Oriente.

Intorno al 307 fu inviato insieme a Licinio da Galerio presso Massenzio. Tra il 310 e il 314 fu prefetto del pretorio in Oriente. Essendo dunque legato alla corte d'Oriente, la sua nomina a console del 310 non fu riconosciuta né da Massenzio, che controllava Roma, né da Costantino I, che regnava sulle Gallie, e il suo potere fu effettivo, dunque, solo in Oriente.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arnold Hugh Martin Jones, John Robert Martindale, John Morris, "Pompeius Probus 6", The Prosopography of the Later Roman Empire, volume 1, Cambridge University Press, 1971, ISBN 0521072336, p. 740.
  • Lieu, Samuel N., e Dominic Montserrat (a cura di), From Constantine to Julian: A Source History, Routledge, 1995, ISBN 041509335X, p. 53.
  • "Faltonia Proba", The Catholic Encyclopedia, Volume XII, 1911, New York, Robert Appleton Company.