Poggio dei Pini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Poggio dei Pini
frazione
Poggio dei Pini – Veduta
Lago di Poggio dei Pini
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Sardegna-Stemma.svg Sardegna
Città metropolitana Provincia di Cagliari-Stemma.png Cagliari
Comune Capoterra-Stemma.png Capoterra
Territorio
Coordinate 39°09′00″N 8°58′10″E / 39.15°N 8.969444°E39.15; 8.969444 (Poggio dei Pini)Coordinate: 39°09′00″N 8°58′10″E / 39.15°N 8.969444°E39.15; 8.969444 (Poggio dei Pini)
Abitanti 2 444 (2011)
Altre informazioni
Cod. postale 09012
Prefisso 070
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti poggini
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Poggio dei Pini
Poggio dei Pini

Poggio dei Pini è una frazione appartenente al comune di Capoterra, nella città metropolitana di Cagliari, nella Sardegna meridionale, che conta circa 2.444 abitanti (cens. 2011). Per raggiungere la frazione Capoterrese, è possibile prendere la SS195 e svoltare al bivio per Poggio dei Pini, che si trova subito dopo la rotonda per Capoterra. In alternativa si può raggiungere Poggio dei Pini passando dal centro urbano di Capoterra.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Poggio dei Pini occupa la parte centrale del comune di Capoterra, a sud del centro storico e a ovest delle frazioni costiere. Il territorio è caratterizzato dalla media valle del Rio S. Girolamo, dall'arco montano di S. Barbara (611 m slm.) e dai colli, ricoperti da pinete, di Pauliara e Sa Birdiera.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La zona urbana di Poggio dei Pini è stata creata in seguito alla fondazione, datata 27 luglio 1966, della omonima Cooperativa. In precedenza la zona, principalmente agricola, era caratterizzata dalla presenza dell'Azienda Saggianti, i cui edifici sono oggi utilizzati per attività di ristorazione, cultura, servizio e associazionismo. Interessante la presenza, nel colle di Pauliara, di una rete di fortini che ospitavano batterie di contraerea durante la seconda guerra mondiale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista storico, l'area è caratterizzata dalla presenza di due chiese rurali, quella dedicata a santa Barbara (1281), a navata rettangolare e con elementi romanici, e quella di S. Girolamo (XVII sec.). Presso la chiesetta di S. Barbara si trova la fonte di sa Scabizzada dove una leggenda narra che la santa sia stata decapitata.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sardegna Portale Sardegna: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Sardegna