Podarcis melisellensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lucertola adriatica
Benny Trapp Podarcis melisselensis.jpg
Podarcis melisellensis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Squamata
Sottordine Sauria
Infraordine Scincomorpha
Famiglia Lacertidae
Sottofamiglia Lacertinae
Genere Podarcis
Specie P. melisellensis
Nomenclatura binomiale
Podarcis melisellensis
Braun, 1877

La lucertola adriatica (Podarcis melisellensis (Braun, 1877)) è un rettile appartenente alla famiglia Lacertidae, diffuso sulle sponde orientali del mar Adriatico.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un piccolo sauro, lungo circa 18–20 cm compresa la coda.
La colorazione del dorso va dal brunastro al verde, talora con striature dorsolaterali evidenti, mentre la colorazione ventrale può essere bianca, gialla o arancione.[3]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Al pari delle altre Podarcis è una specie insettivora e ovipara.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è diffusa lungo le sponde orientali del mar Adriatico, dall'Italia nord-orientale, attraverso Slovenia, Croazia, Bosnia ed Erzegovina, Montenegro, sino all'Albania. Popolazioni sono presenti in molte isole del mar Adriatico.[1]

La si trova in habitat differenti (praterie e garighe, ambienti rupestri, ambienti antropizzati) dal livello del mare sino a 1.400 m di altitudine.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Per la consistenza della popolazione e l'ampiezza dell'areale la IUCN Red List considera P. melisellensis come specie a basso rischio (Least Concern).[1]

La specie è inserita nell'Appendice II della Convenzione di Berna[4] e nell'Allegato IV della Direttiva Habitat della Comunità Europea[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Rastko Ajtic, Wolfgang Böhme, Petros Lymberakis, Jelka Crnobrnja Isailovic, Roberto Sindaco 2009, Podarcis melisellensis, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2020.2, IUCN, 2020.
  2. ^ Podarcis melisellensis, in The Reptile Database, Zoological Museum Hamburg. URL consultato il 30 novembre 2011.
  3. ^ Huyghe K, Vanhooydonck B, Herrel A, Tadic Z, Van Damme R, Morphology, performance, behavior and ecology of three color morphs in males of the lizard Podarcis melisellensis (PDF), in Integrative and Comparative Biology 2007; 47: 211–220.
  4. ^ Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora - Appendices I, II and III (PDF), su cites.org (archiviato dall'url originale il 4 agosto 2012).
  5. ^ Direttiva 92/43/CEE del 21 maggio 1992 relativa alla conservazione degli habitat naturali e seminaturali e della flora e della fauna selvatiche (PDF), su unisi.it.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rettili Portale Rettili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di rettili