Pittore di Hirschfeld

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Cratere di Hirschfeld, Museo archeologico nazionale di Atene 990
Bottega del Pittore di Hirschfeld (attr.), Cratere funerario ateniese, Tardo geometrico I. Dettaglio del registro inferiore con processione di carri e fanti. Met 14.130.14

Pittore di Hirschfeld è il nome convenzionale assegnato ad un vasaio e ceramografo greco attivo in Attica tra il 750 e il 725 a.C. circa. La sua produzione rientra nello stile del Tardo geometrico I e il suo nome si deve all'archeologo Gustav Hirschfeld che per primo nel 1872 ne ha descritto l'opera principale ad esso attribuita, il Cratere del Museo archeologico nazionale di Atene NM 990.[1]

Stile[modifica | modifica wikitesto]

Bottega del Pittore di Hirschfeld (attr.), Cratere funerario ateniese, Tardo geometrico I, 750-735 a.C., h 108.3 cm. New York, Metropolitan Museum of Art 14.130.14

Lo stile del Pittore di Hirschfeld riprende quello iniziato con il Maestro del Dipylon e con la sua bottega, ma come esemplificato da NM 990 la maggior parte della superficie del vaso viene dedicata a scene corali e densamente popolate di figure umane. La decorazione geometrica - le smerlature, i meandri, le losanghe tratteggiate e i triangoli - assume funzione ornamentale e subordinata a scene per le quali se ancora non si può parlare di protonarrazione certo dimostrano un interesse che prelude a questo aspetto e che sarà caratteristico del successivo stile Tardo geometrico II.[2]

Opere attribuite[modifica | modifica wikitesto]

  • Skyphos Tardo geometrico I, Boston, Museum of Fine Arts 1971.19[3][4]
  • Cratere Tardo geometrico I, Atene, Museo archeologico nazionale NM 990[5][2]
  • Cratere Tardo geometrico I, New York, Metropolitan Museum of Art 14.130.14[6][7][8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Lee Sorensen, Hirschfeld, Oscar Gustav, su Dictionary of Art Historians. URL consultato il 16 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 22 agosto 2016).
  2. ^ a b Hurwit 1985, pp. 110-111.
  3. ^ (EN) Perseus Digital Lybrary, Boston 1971.19 (Vase), su perseus.tufts.edu. URL consultato il 16 marzo 2012.
  4. ^ (EN) Boston, Museum of Fine Arts, Skyphos 1971.19, su mfa.org. URL consultato il 16 marzo 2012.
  5. ^ (EN) The Beazley Archive, 9018158, Athens, National Museum, 2754, su beazley.ox.ac.uk. URL consultato il 16 marzo 2012.
  6. ^ (EN) New York, Metropolitan Museum of Art, Terracotta krater Attributed to the Hirschfeld Workshop, su metmuseum.org. URL consultato il 16 marzo 2012.
  7. ^ (EN) The Beazley Archive, 9018109, New York (NY), Metropolitan Museum, 14.130.14, su beazley.ox.ac.uk. URL consultato il 16 marzo 2012.
  8. ^ Richter 1915, Passim.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN96627858 · ULAN (EN500127983