Pierre Hermé

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pierre Hermé

Pierre Hermé (Colmar, 20 novembre 1961) è un pasticcere francese.

Riconosciuto in tutto il mondo, è erede di quattro generazioni di pasticcieri Alsaziani. Questa regione ha dato anche i natali a prodotti come i macarons divenuti popolari in tutto il mondo.

Boutique "Macarons e Chocolat" Pierre Hermè Paris.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Macaron « Olio d'oliva e vaniglia » di Pierre Hermé

Pierre Hermé ha iniziato la sua carriera all'età di quattordici anni, con Gaston Lenôtre. A 24 anni, diventa ufficialmente pasticciere e sarà pasticciere di "La maison Fauchon" nei 10 anni 1986-1996, per poi passare a Ladurée Paris 1997-1998. Crea quindi la "Pierre Hermé Paris" con il suo socio Charles Znaty. Aprono il loro primo negozio estero a Tokyo nel 1998, seguito da una sala da tè nel luglio del 2000. Nel 2001 Pierre Hermé ritorna sulla scena di Parigi e alla fine del 2004, apre un secondo negozio sulla "Rue de Vaugirard" a Parigi e dà vita ad un "seminario di formazione" realizzato in collaborazione con la Scuola "Ferrandi Grégoire" della Camera di Commercio di Parigi.

All'inizio del 2005, a Tokyo apre il più recente concept store di Pierre Hermé Paris: un supermercato di lusso e "Chocolate Bar". Alla fine del 2007, il "Pierre Hermé Paris" ha sette punti vendita a Tokyo, tre negozi a Parigi e un negozio online. Nel 2008, Pierre Hermé apre la sua produzione di cioccolato e amaretti "Wittenheim", in Alsazia. Nel 2014, ha dodici punti vendita in Giappone contro quindici in Francia,[1]. Pierre Hermé vuole comunque continuare il suo sviluppo internazionale con l'apertura nel 2015 di nuovi negozi in Asia e nel Medio oriente.[2].

Metodo di lavoro[modifica | modifica wikitesto]

Elimina decorazioni eccessive o inutili che "ingombrano i dolci", una delle sue peculiarità è l'utilizzo dello zucchero come il sale, vale a dire, un condimento per aumentare altre sfumature di gusto e, infine, mette in discussione se stesso e il suo metodo esplorando nuovi territori del gusto o rivisitando le sue stesse ricette.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera Pierre Hermé si è guadagnato molti aggettivi elogiativi "Picasso di pasticceria" (Vogue Magazine[3]) "Pasticceria Provocatrice" (Food & Wine[4].) "Pioniere della Pasticceria e mago dei sapori" (Paris Match) "Imperatore della cucina" (New York Times[5]), va fiero di queste onorificenze e decorazioni, ma soprattutto adora il riconoscimento di ammirazione dei suoi golosi fan.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Pierre Hermé, Secrets Gourmands, Larousse, 1993
  • La Pâtisserie de Pierre Hermé, Montagud Editores, Spagna, 1994
  • Coauteur Larousse Gastronomique, 1996
  • Le Larousse des Desserts de Pierre Hermé, Larousse, 1997
  • Plaisirs Sucrés, Hachette, 1997
  • Desserts by Pierre Hermé, Little Brown, USA, 1998
  • Pierre Hermé, Secrets Gourmands, Shibata Shoten, Giappone, 1999
  • Desserts à la carte, Hachette, 2000
  • Pierre Hermé, Secrets Gourmands, Noésis, 2000
  • La Pâtisserie de Pierre Hermé, Edizioni Finedit, Italia, 2001
  • Chocolate Desserts by Pierre Hermé, Little Brown, USA, 2001
  • Le Larousse des Desserts, Larousse, 2002
  • Plaisirs Sucrés (réédition), Hachette, ottobre 2002
  • Mes Desserts au Chocolat, Agnès Viénot Éditions, ottobre 2002
  • Mes Desserts Préférés, Agnès Viénot Éditions, ottobre 2003
  • Die Pâtisserie Von Pierre Hermé, Mathaes, Allemagne, 2004
  • Le Larousse du Chocolat, Éditions Larousse, ottobre 2005
  • "The Cooks Book", Dorling Kindersley, UK, ottobre 2005
  • PH10, Agnès Vienot Éditions, ottobre 2005. Vainqueur des Gourmand World Cookbook Awards
  • Gourmandises, Agnès Vienot Éditions, ottobre 2006
  • Coauteur Comme un chef, Éditions Larousse, ottobre 2006
  • Le Larousse des desserts, Larousse, 2006
  • Confidences Sucrées, Agnès Viénot Éditions, 2007
  • Macaron, Agnès Viénot Édition, 2008
  • Carrement Chocolat, Agnès Viénot Édition, 2009
  • Infiniment, Agnès Viénot Édition, 2010
  • Rêves de pâtissier: 50 classiques de la pâtisserie réinventés, Éditions de la Martinière, ottobre 2011
  • Pierre Hermé et moi (Illustré par Soledad Bravi), Édition Marabout, aprile 2014
  • Coauteur La ratatouille: 14 recettes originale signées (Livre Disneyland Paris), Éditions Cookissime, settembre 2014
  • Macaron, Éditions de la Martinière, ottobre 2014

Menzioni[modifica | modifica wikitesto]

Nel telefilm Gossip Girl, Blair Waldorf afferma spesso che i "macarons" di Pierre Hermè sono i suoi preferiti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Articolo che riporta la notizia Le Figaro, 29 Ottobre 2014
  2. ^ Articolo che riporta la notizia Challenges, 19 Agosto 2014
  3. ^ articolo che riporta la notizia 17 Dicembre 2008
  4. ^ articolo che riporta la notizia Ottobre 1998
  5. ^ articolo che riporta la notizia 3 Giugno 1998

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN44392751 · ISNI: (EN0000 0001 0893 1940 · LCCN: (ENno95048460 · GND: (DE129630071 · BNF: (FRcb12444496w (data)
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina