Piazza Attias

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 43°32′39.66″N 10°18′49.76″E / 43.544351°N 10.313821°E43.544351; 10.313821

Veduta della piazza
Lato est della piazza
Villa Attias
Palazzo Sant'Elisabetta

Piazza Attias è una delle principali piazze di Livorno.

La piazza prende il nome dalla storica villa Attias, che fino al 1968, prima di essere demolita, fronteggiava il vicino palazzo Santa Elisabetta.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nell'area della piazza insistevano alcune ville caratterizzate da rigogliosi parchi, la principale delle quali era villa Attias. A partire dell'Ottocento, con lo sviluppo della città verso sud, la zona fu oggetto di un crescente interesse: ad esempio, è nota la proposta di Pasquale Poccianti per la realizzazione di una piazza al punto d'incrocio tra l'asse rettilineo proveniente dal bastione del Casone e l'antico percorso delle guglie (corso Mazzini e corso Umberto) che, fino al 1776, aveva delimitato le servitù militari della città fortificata.

Tuttavia, fu solo nel secondo dopoguerra che l'area dell'Attias subì importanti trasformazioni: tra gli anni cinquanta e l'inizio degli anni settanta del Novecento, la progressiva riduzione dei parchi e la demolizione delle ville determinò la formazione di una piazza circondata da imponenti complessi edilizi; vi era anche l'ipotesi, rimasta solo su carta, di realizzare un asse viario tangente alla città ottocentesca, per sopperire alle carenze della rete viaria dei quartieri situati a sud del Fosso Reale.

Per la sua posizione centralissima, nel punto di intersezione tra alcune delle più frequentati strade di Livorno, la piazza è divenuta nel tempo uno dei principali spazi di aggregazione della cittadinanza, andando tuttavia incontro a consistenti fenomeni di degrado.

A partire dall'anno 2011 piazza Attias è stato oggetto di un piano di riqualificazione, che ha portato al completo rifacimento della pavimentazione e dell'arredo urbano, consentendo di intervenire, tra l'altro, anche sull'impermeabilizzazione del parcheggio interrato posto sulla sua verticale;[1] nell'occasione, sul margine ovest della piazza, è stata collocata una grande "A", evocativa del nome "Attias", realizzata dall'artista Renato Spagnoli.[2] Una seconda installazione è stata posta nel 2017 nell'area di collegamento tra piazza Attias e piazza della Vittoria:[3] una "V" di colore azzurro, la cui parte inferiore richiama comunque le lettere "A" di Attias e "M" di Magenta, essendo quest'ultima l'originaria denominazione di piazza della Vittoria.

Ancora nel 2017, all'intersezione con via Roma, è stato posto il busto di Amedeo Modigliani; il busto, realizzato nel 1955 da Vitaliano De Angelis e originariamente situato nel parco di villa Fabbricotti, è stato eretto su un nuovo piedistallo a breve distanza dalla casa natale dell'artista.[4]

Luoghi di interesse nelle vicinanze[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Tirreno, Partono i lavori in piazza Attias, su iltirreno.gelocal.it. URL consultato il 19 marzo 2018.
  2. ^ Il Tirreno del 10 dicembre 2011.
  3. ^ Il Tirreno, Finiti i lavori intorno alla "V", su iltirreno.gelocal.it. URL consultato il 19 marzo 2018.
  4. ^ quilivorno.it, Ricollocato all'Attias il busto di Modigliani, su quilivorno.it. URL consultato il 3 luglio 2017.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • L. Bortolotti, Livorno dal 1748 al 1958, Firenze 1970.
  • S. Ceccarini, L'Attias ieri e oggi, in "Il Pentagono", n. 2, febbraio/marzo 2012, pp. 6–10.
  • R. Ciorli, Livorno. Storia di ville e palazzi, Ospedaletto (Pisa) 1994.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]