Phalangerini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phalangerini
Cuscus1.jpg
Spilocuscus maculatus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Diprotodontia
Sottordine Phalangeriformes
Superfamiglia Phalangeroidea
Famiglia Phalangeridae
Sottofamiglia Phalangerinae
Tribù Phalangerini
Thomas, 1888
Generi

I Phalangerini Thomas, 1888) sono una delle due tribù in cui viene suddivisa la sottofamiglia dei Falangerini. Comprende in tutto 18 specie, suddivise in due generi, note come cuschi[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

I cuschi o falangeri hanno una grandezza compresa tra quella dei ratti e quella dei gatti (lunghezza testa-tronco 27-65 cm, lunghezza coda 24-60 cm); hanno capo arrotondato, con muso appuntito e grandi occhi «notturni»; le orecchie sono piccole e, in alcune specie, nascoste dal pelo. Il primo e secondo dito delle zampe anteriori sono opponibili per permettere la presa (mano a tenaglia), come pure opponibile è il primo dito delle zampe posteriori (piede prensile). Hanno coda prensile molto agile e forte, con la punta per un terzo priva di pelo; la parte inferiore è indurita da nervature trasversali per renderla più atta alla presa. Il pelo è molto folto e lanoso.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Phalangerini, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi