Petroica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Petroica
NI Robin Karori.jpg
Petroica australis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Petroicoidea
Famiglia Petroicidae
Genere Petroica
Swainson, 1829
Specie

Petroica Swainson, 1829 è un genere di uccelli della famiglia Petroicidae.[1] Malgrado i rappresentanti di questa famiglia vengano chiamati anche «pettirossi australasiatici» per le macchie di colore rosso e rosa di alcune specie, non sono affatto imparentati né con il pettirosso europeo né con il pettirosso americano.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome Petroica deriva dal greco antico petro- («roccia») e oikos («casa»), e si riferisce all'abitudine di questi uccelli di appollaiarsi sulle rocce. Molte specie australiane hanno il petto di colore rosso e per questo sono note comunemente come Red Robins («pettirossi rossi»), per distinguerle dai cosiddetti Yellow Robins («pettirossi gialli»), nome attribuito alle specie del genere Eopsaltria[2].

Il genere comprende undici specie[1]:

La maggior parte di esse (P. rosea, P. rodinogaster, P. phoenicea, P. boodang e P. goodenovii) è originaria dell'Australia, due specie (P. archboldi e P. bivittata) sono endemiche della Nuova Guinea, altre due (P. macrocephala e P. australis) della Nuova Zelanda e P. traversi dell'isola di Chatham, la maggiore dell'arcipelago omonimo, mentre P. multicolor occupa un vasto areale compreso tra le isole Salomone e le Samoa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Petroicidae, in IOC World Bird Names (ver 9.2), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 7 maggio 2014.
  2. ^ Dowling DK, Breeding biology of the red-capped robin, in Australian Journal of Zoology, vol. 51, nº 6, CSIRO Publishing, 2003, pp. 533–549, DOI:10.1071/ZO03028. URL consultato il 7 giugno 2007.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Del Hoyo, J.; Elliot, A. & Christie D. (editors). (2006). Handbook of the Birds of the World. Volume 12: Picathartes to Tits and Chickadees. Lynx Edicions. ISBN 849655306X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]