Per Daniel Amadeus Atterbom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Per Daniel Amadeus Atterbom

Per Daniel Amadeus Atterbom (Åsbo, 19 gennaio 1790Uppsala, 21 luglio 1855) è stato uno scrittore svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un pastore protestante, intraprese la carriera di insegnante presso l'Università di Uppsala, nelle discipline di filosofia, estetica e storia letteraria.

Autore di quaranta componimenti poetici Blommorna ("Fiori") di matrice romantica e ispirati alle liriche di Schelling, è soprattutto conosciuto per il dramma fiabesco Lycksalighetens ö ("L'isola della felicità", 1824-1827), realizzato dopo un soggiorno in Italia, caratterizzato da una imponente fantasia, dalla ricerca di infinito e di eternità immersi in una atmosfera da sogno.

Tra le altre opere degne di menzione vi sono i trattati: Svenska siare och skalder ("Profeti e poeti svedesi", 1841-1855), testo di critica letteraria che traccia un quadro storico della letteratura svedese, Poesiens historia ("Storia della poesia", 1861) e Asthetiska afhandlingar (Saggi di estetica", 1866) e Minnen från Tyskland och Italien ("Ricordi dalla Germania e dall'Italia", 1859).

Nel 1839 fu promosso membro dell'Accademia Svedese.

Fu tra i promotori e i fondatori del circolo letterario "Aurora" e di vari giornali periodici, quali: "Fosforo" (1810), "Calendario Poetico" (1810), "Giornale svedese di letteratura" (1813).[1]


Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le muse", De Agostini, Novara, 1964, Vol. I, pag.440

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46819248 · ISNI (EN0000 0001 2131 0858 · LCCN (ENn84143617 · GND (DE118650874 · BNF (FRcb122632725 (data) · CERL cnp00397395