Penisola Šipunskij

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Penisola Šipunskij
StatoRussia Russia
Circondario federaleEstremo Oriente
Soggetto federaleTerritorio della Kamčatka
RajonElizovskij rajon
Massa d'acquaMare di Bering
Lunghezza34 km
Coordinate53°10′N 159°57′E / 53.166667°N 159.95°E53.166667; 159.95
Altitudine935 m s.l.m.
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Federazione Russa
Penisola Šipunskij
Penisola Šipunskij

La penisola Šipunskij (in russo Шипунский полуостров, Šipunskij poluostrov) è una delle quattro grandi penisole che si protendono nel mare di Bering sul lato orientale della Kamčatka. È situata 90 km a nord-est della capitale provinciale, Petropavlovsk-Kamčatskij, nell'Elizovskij rajon del Territorio della Kamčatka, nel Circondario federale dell'Estremo Oriente.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La penisola Šipunskij si affaccia per 34 km nel mare di Bering e divide il golfo dell'Avača (a sud) dal golfo Kronockij (a nord). La penisola termina a sud-est in capo Šipunskij (мыс Шипунский) dove si trova un faro.[1] La parte più larga misura 22 km. Il punto più alto è il monte Snežnaja (гора Снежная) con i suoi 935 m.[2] A nord della penisola si trova l'estuario del fiume Županova (река Жупанова).

A differenza delle altre penisole del lato orientale della Kamčatka (Kronockij, Kamčatskij e Ozernoj), La penisola Šipunskij è tagliata da profondi fiordi. La costa è ripida, rocciosa, con numerosi promontori e scogli, soprattutto nella parte orientale. La maggiore insenatura del lato meridionale è la baia Bečevinskaja (бухта Бечевинская). Le baie sul lato nord-est sono: Železnaja (бухта Железная), Moržovaja (бухта Моржовая), Bol'šaja Medvežka (бухта Большая Медвежка) e Malaja Medvežka (бухта Малая Медвежка).[2]

La piccola isola Moržovyj (остров Моржовый) si trova adiacente al capo omonimo sul lato nord-est (53°16′02″N 160°01′38″E / 53.267222°N 160.027222°E53.267222; 160.027222).[2] Il parco naturale Nalyčevo è situato a ovest della penisola.[3]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La penisola fu mappata per la prima volta nel 1726 da Ivan P. Kozyrevskij; i primi studi sulla costa furono fatti nel 1742 da A. Jurlov, membro della Seconda spedizione in Kamčatka, e nel 1790 durante la spedizione Billings-Saryčev nel Nord Pacifico.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) Шипунский маяк, su mayaki-sssr.spb.ru. URL consultato l'11 giugno 2019.
  2. ^ a b c N-57 (JPG), su maps.vlasenko.net. URL consultato il 10 giugno 2019.
  3. ^ «Налычево», su protectedplanet.net. URL consultato l'11 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mappa: N-57 (JPG), su maps.vlasenko.net. URL consultato il 10 giugno 2019..
  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia