Peli incarniti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Estrazione di un pelo incarnito

I peli incarniti sono un'alterazione tra le più comuni del sistema pilifero, che si manifesta quando un capello si arriccia o cresce lateralmente nella pelle. È tipico delle persone con capelli ruvidi o ricci, come quelle di colore. Quando si manifesta insieme ad una infezione del follicolo pilifero si ha una follicolite.

Il pelo inspessito cresce sdraiato sulla superficie della pelle bucandola e rientrando all'interno di essa, oppure incapace di fuoriuscire dall'epidermide in fase di crescita continua a svilupparsi sottopelle.
I peli incarniti appaiono più comunemente nelle aree in cui la pelle è rasata o cerata (barba, gambe, regione pubica) ma possono apparire ovunque.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Tra le cause, tutto ciò che provoca la rottura dei capelli in modo non uniforme lasciando il pelo/capello con una punta affilata che può causare la creazione dei peli incarniti. Ciò accade nei capelli ricci quando tagliati troppo corti; infatti i capelli che ricrescono hanno un bordo più affilato, quindi possono più facilmente penetrare attraverso la pelle e rimanere intrappolati sotto la superficie.[1] Ciò, se presente in modo massiccio, può determinare la condizione definita Pseudofolliculitis barbae condizione preoccupante spesso presente dopo la rasatura in persone di colore.[2][3][4] I peli incarniti sono anche causati dalla mancanza di esfoliazione naturale nella pelle.[1]

La terapia antiretrovirale, in particolare l'indinavir, può predisporre alla formazione di peli incarniti.[5]

Complicanze[modifica | modifica wikitesto]

La pseudofollicolite barbae (PFB) è un'irritazione persistente causata dalla rasatura..[6]

Si possono osservare tre sviluppi dell'alterazione: in una prima fase il pelo è sottopelle ricoperto da uno strato di cheratina, nella seconda fase si presenta un'infiammazione con comparsa di papule e infine peggiorando si verificherà un'infiammazione da stafilococco che svilupperà la comparsa di pustole.

Tra le cause la scorretta avulsione del pelo durante l'epilazione o depilazione, continui sfregamenti nella zona da parte della biancheria intima, predisposizione genetica.

Trattamento[modifica | modifica wikitesto]

Esistono molte opzioni diverse per i peli incarniti:

  1. Possono essere rimossi con una pinzetta (anche se questo può essere doloroso) o rimossi con un dispositivo medico rotante per i peli incarniti.
  2. Alcune persone che hanno i peli incarniti cronicamente usano il trattamento laser o l'elettrolisi per prevenire completamente la crescita dei capelli.[7]
  3. Esistono diversi prodotti che prevengono o curano i peli incarniti. Alcuni sono a base di alcol, mentre altri sono senza alcol. Per alcuni, l'alcol può causare irritazione alla pelle e quindi possono essere preferiti prodotti senza alcol.[8]
  4. I trattamenti profilattici comprendono l'applicazione topica due volte al giorno di acido glicolico diluito.[9][10]
  5. L'applicazione due volte al giorno di perossido di benzoile per diversi giorni o settimane è efficace nel trattamento dei peli incarniti.[11]
  6. L'applicazione di una soluzione di acido salicilico è anche un rimedio comune per i peli incarniti causati dalla depilazione o dalla rasatura.[12][10]
  7. Usa un guanto esfoliante sotto la doccia per esfoliare la zona ogni giorno.

Altri trattamenti includono l'applicazione di un panno caldo sui peli incarniti, la rasatura in una direzione diversa, l'esfoliazione con scrub per il viso, spazzole, spugne, asciugamani. Le pomate o creme a base di ibuprofene o altri farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) sono spesso usati per lenire gli aspetti infiammatori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Ingrown Hair: Causes, Symptoms, Treatments, and Infections, www.webmd.com. URL consultato il 26 settembre 2020.
  2. ^ Garcia-Zuazaga J, Pseudofolliculitis barbae: review and update on new treatment modalities, in Mil Med, vol. 168, n. 7, July 2003, pp. 561–4, PMID 12901468.
  3. ^ Perry PK, Cook-Bolden FE, Rahman Z, Jones E, Taylor SC, Defining pseudofolliculitis barbae in 2001: a review of the literature and current trends, in J. Am. Acad. Dermatol., vol. 46, 2 Suppl Understanding, February 2002, pp. S113–9, DOI:10.1067/mjd.2002.120789, PMID 11807473. URL consultato il 26 settembre 2020.
  4. ^ Bridgeman-Shah S, The medical and surgical therapy of pseudofolliculitis barbae, in Dermatol Ther, vol. 17, n. 2, 2004, pp. 158–63, DOI:10.1111/j.1396-0296.2004.04016.x, PMID 15113283. URL consultato il 26 settembre 2020.
  5. ^ Luther J, Glesby MJ, Dermatologic adverse effects of antiretroviral therapy: recognition and management, in Am J Clin Dermatol, vol. 8, n. 4, 2007, pp. 221–33, DOI:10.2165/00128071-200708040-00004, PMID 17645377. URL consultato il 26 settembre 2020.
  6. ^ Rapini, Ronald P., Bolognia, Jean L. e Jorizzo, Joseph L., Dermatology: 2-Volume Set, St. Louis, Mosby, 2007, ISBN 978-1-4160-2999-1.
  7. ^ Julie Hampton, Removing an Ingrown Hair on the Face, su LiveStrong.com.
  8. ^ Material Safety Data Sheet (PDF), North American Fire Arts Association. URL consultato l'8 maggio 2017.
  9. ^ Perricone NV, Treatment of pseudofolliculitis barbae with topical glycolic acid: a report of two studies, in Cutis, vol. 52, n. 4, October 1993, pp. 232–5, PMID 8261811.
  10. ^ a b Wiegmann D, Haddad L, Two is better than one: The combined effects of glycolic acid and salicylic acid on acne-related disorders, in J Cosmet Dermatol, April 2020, DOI:10.1111/jocd.13387, PMID 32250551. URL consultato il 26 settembre 2020.
  11. ^ Cook-Bolden FE, Barba A, Halder R, Taylor S, Twice-daily applications of benzoyl peroxide 5%/clindamycin 1% gel versus vehicle in the treatment of pseudofolliculitis barbae, in Cutis, vol. 73, 2004, pp. 18–24, PMID 15228130.
  12. ^ Hartmann AA, The influence of various factors on the human resident skin flora, in Semin Dermatol, vol. 9, n. 4, December 1990, pp. 305–8, PMID 2285575.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]