Passo della Moistrocca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Passo della Moistrocca
Passo della Moistrocca 2018-09-29 12.36.56.jpg
La strada 206 nei pressi del passo
StatoSlovenia Slovenia
RegioneAlta Carniola
Goriziano sloveno
Località collegateKranjska Gora
Plezzo
Altitudine1 611 m s.l.m.
Coordinate46°26′07.8″N 13°44′40.2″E / 46.4355°N 13.7445°E46.4355; 13.7445Coordinate: 46°26′07.8″N 13°44′40.2″E / 46.4355°N 13.7445°E46.4355; 13.7445
Altri nomi e significatiPreval Vršič (sloveno)
Werschetzpass (tedesco)
InfrastrutturaStrada 206
Costruzione del collegamento1916
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Slovenia
Passo della Moistrocca
Passo della Moistrocca

Il passo della Moistrocca[1][2][3][4] (in sloveno Preval Vršič ed in tedesco Werschetzpass[5]), è un valico alpino delle Alpi Giulie.

Si trova a 1.611 m s.l.m., tra l'alta valle dell'Isonzo (val Trenta) e la valle della Sava. Sul passo è presente un rifugio e partono diversi sentieri per le cime circostanti.

Dal 1921 al 1947 vi passava il confine tra Italia e Iugoslavia (Slovenia). Dal 1991 fa parte della Slovenia.

Nel 1935 vi fu costruita una teleferica dal governo italiano, che venne distrutta dalla guerra.

Punti di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Sul versante nord, risalendo da Kranjska Gora verso il passo:

  • la cappella Russa (in sloveno Ruska Kapelica)[6] che ricorda i 300 prigionieri di guerra russi morti nel 1916 a causa di una valanga mentre miglioravano la strada per ordine del Comando militare austriaco.

Sul versante sud, risalendo dalla val Trenta verso il passo:

  • il giardino botanico Alpinetum Juliana [7], ove vengono coltivate le specie rare delle Alpi Giulie
  • il corso, le forre e la sorgente del fiume Isonzo (in sloveno chiamata Izvir Soče)
  • il monumento a Julius Kugy, botanico ed alpinista amante delle Alpi Giulie.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Touring Club Italiano, Nuovissimo atlante geografico mondiale, Touring Editore, Borgaro Torinese (TO) 2001, tav. 35.
  2. ^ Nuovissima carta regionale stradale 1:200000 Friuli Venezia Giulia, Strade Demetra, 2000.
  3. ^ Nuovo atlante Treccani, vol. Cartografia, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, Milano 1995, tav. 13.
  4. ^ Cfr. a p. 183 in Istituto Geografico De Agostini Grande atlante d'Europa e d'Italia, Novara, 1994
  5. ^ Duncan, Mediterranean Europe, Lonely Planet, 2009, p. 724, ISBN 978-1-741-04856-8.
  6. ^ (IT) Destinazioni turistiche di Kranjska Gora (PDF), su bled.si. URL consultato il 24 novembre 2019 (archiviato dall'url originale il 18 luglio 2011).
  7. ^ (EN) Giardino botanico Alpinetum Juliana, su pms-lj.si. URL consultato il 6 gennaio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130413768 · LCCN (ENn2008081182 · GND (DE1070115711 · WorldCat Identities (ENn2008-081182