Parco forestale di Poggio Neri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Parco forestale di Poggio Neri
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàSassetta
Caratteristiche
Tipoparco pubblico
Superficie700 Ha
GestoreComune di Sassetta
Mappa di localizzazione
Sito web

Coordinate: 43°07′18.95″N 10°40′47.98″E / 43.12193°N 10.679995°E43.12193; 10.679995

Il parco forestale di Poggio Neri è un parco pubblico situato a Sassetta in provincia di Livorno. Il parco occupa una superficie di circa 700 ettari,[1] all'interno dell'area demaniale denominata "Sassetta" (735 ettari), caratterizzata dalla presenza di castagni, lecci e querce e facente parte del Patrimonio Agricolo Forestale Regionale della Toscana.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea della realizzazione del parco nasce a cavallo degli anni 1970-1980 per iniziativa dei comuni della Val di Cornia, che hanno fondato un consorzio per l'inviduazione di aree da destinare a parco pubblico territoriale. Il complesso viene formalizzato e aperto nel 1993 con la creazione della "Società Parchi Val di Cornia spa" e completato negli anni 2000 con la realizzazione di aree turistiche attrezzate.[3][4]

Negli anni 2007-2009 il Circondario della Val di Cornia e la Parchi Val di Cornia spa hanno proposto il riconoscimento regionale del parco di Poggio Neri quale area naturale protetta di interesse locale[5][6], finora non ancora ottenuto.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Il parco si estende per circa 700 ettari ad est dell'abitato di Sassetta,[2] iniziando dal valico posto tra il Monte Bufalaio (388 m) e il Monte Ceci (398 m) e proseguendo verso ovest in direzione delle valli del ruscello Lodano e del torrente Massera[2] fino alle pendici del monte Calvo.[7]

Il parco fa parte del piu vasto territorio formato da numerose aree naturalistiche[8] appartenenti ai Parchi della Val di Cornia che seguono il percorso del fiume, della valle da esso formata fino alla foce, dove sorge la riserva naturale Padule Orti-Bottagone.[9]. Questo territorio, identificato complessivamente come Val di Cornia, comprende sia i territori alluvionali che le zone collinari più interne, limitrofi a Piombino e alla zona dove si ergeva la antica città etrusca di Populonia. Nel territorio vi sono infatti vestigia e testimonianze di epoca etrusca, in quanto utilizzato sin dall'antichità per la produzione di carbone e l'estrazione di metalli e del marmo rosso, la cui cava dismessa è oggi all'interno dell'areale del parco di Poggio-Neri.[10] Nel territorio della valle è stato rinvenuto un insediamento preistorico di pescatori-cacciatori risalente all’età del bronzo – tardo neolitico, databile ca. fra 3.500 e 2.300 anni a.C. che rappresenta l’insediamento umano più antico nella pianura alluvionale del Cornia.[9]

Sono presenti 37 km di itinerari di trekking[2] percorribili a piedi, mountan-bike o cavallo e un percorso predisposto per i disabili, tutti muniti di aree di sosta e riposo vicino ad alcune sorgenti naturali potabili e un centro panoramico.[11]

All'interno del parco forestale è presente un "museo del bosco",[12] che include una capanna costruita con zolle di terra, un'esposizione a cielo aperto di attrezzi da boscaiolo e una ricostruzione che illustra le tradizionali attività degli abitanti del luogo come carbonai e raccoglitori di castagne.[2]

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Nell'areale del parco sono presenti oltre 200 specie di uccelli fra cui il falco pellegrino. Durante le migrazioni si osserva anche il gufo comune.[senza fonte]

Fra i mammiferi sono presenti caprioli e cinghiali, [7] oltre a volpe, l'istrice, il riccio, la donnola, il toporagno[senza fonte]

Flora[modifica | modifica wikitesto]

Nel parco la fitta vegetazione boschiva è formata soprattutto da castagni, lecci e querce.[11]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Parco Forestale di Poggio Neri, su comunedisassetta.net. URL consultato il 6 aprile 2018.
  2. ^ a b c d e Trekking: Il Parco forestale di Poggio Neri, su Comune di Sassetta. URL consultato l'8 giugno 2018.
  3. ^ Cronologia creazione Società Parchi Val di Cornia spa (PDF).
  4. ^ I Parchi della Val Di Cornia: bellezza allo stato puro - Società, su www.parchivaldicornia.it. URL consultato il 2 giugno 2018.
  5. ^ Circondario della Val di Cornia, Progetto per la Valutazione Ambientale Strategica per la Valdicornia Sostenibile (PDF), marzo 2007, p. 32.
  6. ^ Andrea Fabbri, Intervista a Luca Sbrilli presidente della Parchi Val di Cornia, in Corriere Etrusco, 30 novembre 2009.
  7. ^ a b Parco d Poggio Neri e territorio Sassetta, in Val di Cornia. URL consultato il 2 giugno 2018.
  8. ^ Un giro tra i sentieri dei parchi naturali della Val di Cornia | Visit Tuscany. URL consultato il 7 giugno 2018.
  9. ^ a b Visita l'Oasi. URL consultato il 2 giugno 2018.
  10. ^ Il Parco di Poggio Neri | Visit Tuscany. URL consultato il 2 giugno 2018.
  11. ^ a b Super User, I Parchi della Val Di Cornia: bellezza allo stato puro - Parco Forestale di Poggio Neri, su www.parchivaldicornia.it. URL consultato il 2 giugno 2018.
  12. ^ Mueseo del bosco, su Comune di Sassetta.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]