Paphiopedilum hirsutissimum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Paphiopedilum hirsutissimum
Paphiopedilum hirsutissimum Orchi 01.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Cypripedioideae
Genere Paphiopedilum
Specie P. hirsutissimum
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Paphiopedilum hirsutissimum
(Lindl. ex Hook.) Stein, 1892
Sinonimi

vedi testo

Paphiopedilum hirsutissimum (Lindl. ex Hook.) Stein, 1892 è una pianta della famiglia delle Orchidaceae[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di media taglia, a crescita terricola oppure litofita e presenta un ciuffo di 5, fino a 7 foglie che possono essere lineari-oblunghe o lineari-ligulate con apice ottuso e obliquamente bilobato, di colore verde chiaro, maculate di viola nella pagina inferiore. La fioriutra avviene in primavera con un fiore unico, su di uno stelo verdastro, caratteristicamente tomentoso, con molti peli di colore viola, alto fino a 30 centimetri. Il fiore è di lunga durata, molto grande (10 centimetri in media) e appariscente, di aspetto robusto e ceroso, di colore che vira tra il verde ed il rosa o viola, con macchie scure su petali, sepali e sul labello sacciforme[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria dell'Asia ed in particolare nel nord-est dell'India e della zona che va dalla Thailandia, Birmania al sud-est della Cina, dove cresce o terricola alla base degli alberi o in crepacci tra le rocce dove si accumula un po' di humus (litofita in questo caso), dalla quota di 700 metri, fino a 1800 metri sul livello del mare[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Cypripedium hirsutissimum Lindl. ex Hook., 1857
Cordula hirsutissima (Lindl. ex Hook.) Rolfe, 1912
Paphiopedilum esquirolii Schltr., 1919
Cordula esquirolii (Schltr.) Hu, 1925
Paphiopedilum chiwuanum Tang & F.T.Wang, 1951
Paphiopedilum hirsutissimum var. esquirolii (Schltr.) K.Karas. & K.Saito, 1982
Paphiopedilum hirsutissimum var. chiwuanum (Tang & F.T.Wang) P.J.Cribb, 1987
Paphiopedilum saccopetalum H.S.Hua, 1998
Paphiopedilum hirsutissimum f. viride O.Gruss & Roeth, 1999
Paphiopedilum esquirolii var. chiwuanum (Tang & F.T.Wang) Braem & Chiron, 2003
Paphiopedilum hirsutissimum f. alboviride O.Gruss & Koop., 2006

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta richiede terriccio fertile e umidità per tutto l'anno; richiede esposizione all'ombra, temendo la luce diretta del sole e gradisce temperature medio-fresche[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paphiopedilum hirsutissimum, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 14 marzo 2014.
  2. ^ a b c Paphiopedilum hirsutissimum, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 14 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica