Paphiopedilum concolor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Paphiopedilum concolor
Paphiopedilum concolor Orchi 01.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Cypripedioideae
Genere Paphiopedilum
Specie P. concolor
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Paphiopedilum concolor
(Lindl. ex Bateman) Pfitzer, 1888
Sinonimi

vedi testo

Paphiopedilum concolor (Lindl. ex Bateman) Pfitzer, 1888 è una pianta della famiglia delle Orchidaceae[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di medie dimensioni che cresce terricola oppure litofita costituita da un ciuffo di 4 fino a 6 foglie di forma ellittico-oblunga, con apice bilobato, di colore verde chiaro screziato di bianco, maculate nella pagina inferiore. La fioritura avviene in primavera e in estate, normalmente con un unico fiore, occasionalmente due o tre, su uno stelo eretto, alto mediamente 10 centimetri, pubescente. I fiori grandi circa 7 centimetri e profumati di mela sono bianco con tonalità marroncine, maculati di viola scuro. Come per tutto il genere Paphiopedilum il labello è sacciforme[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria di Thailandia, Laos, Cambogia, Myanmar, Cina sud-orientale e cresce sia vicino al mare o lungo corsi d'acqua che in montagna, in spaccature della roccia ombreggiate, dal livello del mare a 1000 metri di quota[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Cypripedium concolor Lindl. ex Bateman, 1865
Cordula concolor (Lindl. ex Bateman) Rolfe, 1912
Cypripedium concolor var. chlorophyllum Rchb.f., 1886
Cypripedium concolor var. reynieri Rchb.f., 1886
Cypripedium concolor var. tonkinense God.-Leb., 1886
Cypripedium tonkinense auct., 1886
Cypripedium concolor var. sulphurinum Rchb.f., 1888
Cypripedium concolor var. longipetalum Rolfe, 1896
Paphiopedilum concolor var. chlorophyllum (Rchb.f.) Pfitzer, 1903
Paphiopedilum concolor var. longipetalum (Rolfe) Pfitzer 1903
Paphiopedilum concolor var. reynieri (Rchb.f.) Pfitzer, 1903
Paphiopedilum concolor var. sulphurinum (Rchb.f.) Pfitzer, 1903
Paphiopedilum concolor var. tonkinense (God.-Leb.) Pfitzer, 1903
Paphiopedilum concolor subsp. chlorophyllum (Rchb.f.) Fowlie, 1977
Paphiopedilum concolor subsp. reynieri (Rchb.f.) Fowlie, 1977
Paphiopedilum concolor var. dahuaense Z.J.Liu & J.Yong Zhang, 2000
Paphiopedilum concolor var. immaculatum Z.J.Liu & J.Yong Zhang, 2000
Paphiopedilum concolor f. sulphurinum (Rchb.f.) O.Gruss, 2001
Paphiopedilum concolor f. dahuaense (Z.J.Liu & J.Yong Zhang) Z.J.Liu & S.C.Chen, 2009

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta è ben coltivata in terriccio fertile, in piena ombra, teme la luce del sole, gradisce nebulizzazioni e temperature calde[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paphiopedilum concolor, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 13 marzo 2014.
  2. ^ a b c Paphiopedilum concolor, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 13 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica