Pantodonta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pantodonta
Predatory mammal fossil.jpg
Scheletro parziale di un pantodonte non ancora descritto ufficialmente
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Infraclasse Eutheria
Superordine Laurasiatheria
(clade) Ferae
Ordine Cimolesta
Sottordine Pantodonta

I pantodonti (Pantodonta) sono un sottordine di mammiferi arcaici appartenenti al grande ordine dei cimolesti, vissuti nel Paleocene e nell'Eocene (tra 64 e 45 milioni di anni fa).

I primi grandi mammiferi erbivori[modifica | modifica wikitesto]

Gli appartenenti a questo gruppo sono tra i più antichi mammiferi erbivori, e si svilupparono appena dopo l'estinzione dei dinosauri. Già nel Paleocene inferiore, infatti, i pantodonti si svilupparono in una moltitudine di forme che, partendo da animali piccoli e forse onnivori, portarono ben presto alla nascita di grossi animali completamente erbivori. Gran parte dei pantodonti noti sono vissuti in Nordamerica e Asia, ma alcune forme sono note in Europa (ad es. Coryphodon) e si conosce una forma, Alcidedorbignya, particolarmente piccola e primitiva, vissuta nel Paleocene in Sudamerica. La loro massima diffusione si ebbe nel Paleocene superiore, quando nei continenti settentrionali i pantodonti rappresentavano i più grandi tra gli animali erbivori terrestri. Il loro declino iniziò nell'Eocene, contemporaneamente alla diffusione di ordini di erbivori più specializzati, e le ultime forme (ad es. Hypercoryphodon ed Eudinoceras) provengono dall'Eocene medio - superiore dell'Asia orientale.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

In generale sembra che le prime forme, di piccole dimensioni, si siano originate in Asia: tra queste, Wanglia doveva essere il più primitivo. Altri animali simili, ma più evoluti, erano Harpyodus e Bemalambda, comunque di dimensioni modeste. Successivamente i pantodonti migrarono in Nordamerica e diedero origine a un ceppo più evoluto e specializzato, caratterizzato da forme via via più pesanti, dalle zampe robuste dotate di zoccoli. Pantolambda era della taglia di un montone, ma Barylambda superava i due metri di lunghezza. Titanoides, invece, era di taglia simile ma dotato di forti artigli. Relativamente simile a questi animali era Pastoralodon, della Cina. Gli ultimi rappresentanti dei pantodonti furono i corifodontidi, tra cui Coryphodon, che divennero ancora più grandi e specializzati per una vita anfibia.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

In passato i pantodonti erano stati raggruppati, insieme ai dinocerati e agli xenungulati, nel gruppo degli amblipodi (Amblypoda), un gruppo creato dai paleontologi per accogliere i primi grandi mammiferi erbivori. Successive ricerche hanno dimostrato che i tre gruppi non sono strettamente collegati fra di loro, e che i pantodonti potrebbero condividere un'origine comune con i folidoti (pangolini) e altri mammiferi arcaici come Buxolestes, Sinclairella ed Ernanodon.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Titanoides, un rappresentante dei pantodonti Pantodonti e altri erbivori