Pantaloni alla zuava

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un uomo indossa un moderno pantalone alla zuava.
Pantaloni alla zuava indossati da avanguardisti nel 1925

I pantaloni alla zuava, detti anche knickerbockers, sono pantaloni ampi, arricciati, e rimboccati sotto le ginocchia.

Prendono nome dagli zuavi, che indossavano una divisa i cui pantaloni erano ampi e a sbuffo. Il nome knickerbockers deriva invece da quello dello scrittore Dietrich Knickerbocker, che nel romanzo Storia di New York (1889) descriveva gli immigrati olandesi con questo tipo di pantaloni.[1]

Entrano a far parte della moda maschile sin dal diciottesimo secolo[1], ed in seguito (alla fine del diciannovesimo secolo) di quella femminile[1]. Vengono rilanciati nella scena dell'alta moda dallo stilista israeliano Alber Elbaz, che nel 2000 li fa diventare parte della nuova collezione di Yves Saint Laurent[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Dizionario della moda

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda