PFAS

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Disambigua compass.svg A questo titolo corrispondono più voci, di seguito elencate.
Questa è una pagina di disambiguazione; se sei giunto qui cliccando un collegamento, puoi tornare indietro e correggerlo, indirizzandolo direttamente alla voce giusta. Vedi anche le voci che iniziano con o contengono il titolo.

Per PFAS si intende comunemente un fluoruro alchilico dotato di proprietà tensioattive

Alcuni esempi [1] [2][3]

  • PFOA acido perfluoroottanoico
  • PFOS perfluorootaansolfonato
  • PFBA acido perfluorobutanoico
  • PfHxA acido perfluoroesanoico
  • PFBS acido perfluorobutan-solfonico
  • PFNA Perfluorononanoato di ammonio
  • C6O4 ammonio ((2,2,4,5-tetrafluoro-5-(trifluorometossi)-1,3-diossolan-4-il)ossi) difluoro acetato
  • GenX 2,3,3,3-tetrafluoro-2-(eptafluoropropossi)-propanoato di ammonio
  • Cl-PFPE-CA Cloro-perfluoropolietere carbossilato

I PFAS conferiscono alle superfici idrofobicità e oleorepellenza. Ad esempio su tessuti, tappeti e pellami, carta. Sono usati come coadiuvanti tecnologici nella produzione di fluoropolimeri

I PFAS sono stabili chimicamente e termicamente. Ciò ne causa la loro persistenza ambientale e la possibilità di accumularsi negli organismi dove permangono per periodi prolungati.

Note[modifica | modifica wikitesto]