PCSK9

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Struttura cristallina della (PCSK9)

Il PCSK9 o (Proprotein convertase subtilisin/kexin type 9) o proproteina della convertasi subtilisina/Kexin tipo 9 (PCSK9) è un enzima codificato, nell'uomo, dal gene PCSK9 sul cromosoma 1. Esso regola la degradazione del recettore LDL (low-density lipoprotein: lipoproteine a bassa densità) per il colesterolo.[1]

La PCSK9, inizialmente chiamata NARC-1 (neural apoptosis-regulated convertase-1),[1] è una proteina scoperta nel 2003 a livello cerebrale in pazienti con ipercolesterolemia familiare. Essa ha una struttura di 692 aminoacidi e un peso molecolare di 73 kDa.[2]

Azioni fisiologiche[modifica | modifica wikitesto]

Essa modula il numero di recettori della membrana cellulare che legano le lipoproteine LDL (Low Density Lipoprotein). Quando il recettore lega le LDL, il complesso viene internalizzato nella cellula epatica in forma di vescicola che si fonde con i lisosomi, quindi la LDL viene degradata, mentre il recettore ritorna sulla superficie cellulare. Se nella formazione del complesso recettore-LDL si aggiunge la PCSK9 il recettore viene degradato nel lisosoma; quindi diminuisce il numero dei recettori esposti sulla membrana della cellula epatica. La conseguenza è una minore clearance delle lipoproteine a bassa densità. L'inibizione del PCSK previene la degradazione del recettore e promuove la rimozione del colesterolo-LDL dal circolo.[3]

La PCSK9 agisce dopo che si è staccato da esso un frammento che lo inattiva (zimogeno). L'inibizione del PCSK9 da solo e/o in aggiunta alle statine riduce potentemente le concentrazioni sieriche di LDL-C.[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Seidah NG, Benjannet S, Wickham L, Marcinkiewicz J, Jasmin SB, Stifani S, Basak A, Prat A, Chretien M, The secretory proprotein convertase neural apoptosis-regulated convertase 1 (NARC-1): liver regeneration and neuronal differentiation, in Proc. Natl. Acad. Sci. U.S.A., vol. 100, nº 3, 2003, pp. 928–33, DOI:10.1073/pnas.0335507100, PMC 298703, PMID 12552133.
  2. ^ Urban D, Pöss J, Böhm M, Laufs U, Targeting the proprotein convertase subtilisin/kexin type 9 for the treatment of dyslipidemia and atherosclerosis, in J. Am. Coll. Cardiol., vol. 62, nº 16, 2013, pp. 1401–8, DOI:10.1016/j.jacc.2013.07.056, PMID 23973703.
  3. ^ Daniel A. Blasiole, The Role of the LDLR and PCSK9 in the Hepatic Regulation of Plasma Lipid Homeostasis, ProQuest, 2008, pp. 103–, ISBN 978-0-549-62978-8.
  4. ^ Schulz R, Schlüter KD, Laufs U, Molecular and cellular function of the proprotein convertase subtilisin/kexin type 9 (PCSK9), in Basic Res. Cardiol., vol. 110, nº 2, 2015, pp. 4, DOI:10.1007/s00395-015-0463-z, PMC 4298671, PMID 25600226.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]