Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ordine dei fiori di paulonia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.


Ordine dei fiori di Paulownia
桐花章
Star of the Order of the rising sun with pulownia flowers.jpg
Stella della classe di Gran Cordone dell'Ordine dei fiori di Paulownia.
Imperial Seal of Japan.svg
Imperatore del Giappone
TipologiaOrdine statale
Statusattivo
CapoAkihito imperatore del Giappone
IstituzioneTokyo, 10 aprile 1875
Primo capoMeiji imperatore del Giappone
GradiGran Cordone
Precedenza
Ordine più altoOrdine del Crisantemo
Ordine equiparatoOrdine del Nibbio d'oro
Ordine più bassoOrdine del Sol Levante
JPN Kyokujitsu-sho Paulownia BAR.svg
Nastro dell'Ordine

L'Ordine dei fiori di Paulownia (in giapponese: 桐花章 Tōka shō) è un ordine cavalleresco conferito dal governo giapponese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nel 1888 durante la restaurazione di Meiji come la più alta classe dell'onorificenza dell'Ordine del Sole Nascente; ad ogni modo nel 2003 con la riforma degli ordini cavallereschi giapponesi, l'Ordine ha ottenuto un proprio riconoscimento indipendente.[1].

Gradi[modifica | modifica wikitesto]

L'Ordine dispone di un unico grado, quello di Gran Cordone, che è concepito come ordine indipendente ma di fatto è il massimo grado dell'Ordine del Sole Nascente, l'onorificenza immediatamente inferiore all'Ordine dei fiori di Paulownia.

Insegne[modifica | modifica wikitesto]

La medaglia dell'Ordine consiste in una croce smaltata di bianco con le braccia tripartite e bordate di rosso, riportante al centro l'emblema del disco solare smaltato di rosso e circondato da raggi rossi orlati di bianco. Tra le braccia della croce si trovano tre fiori di paulownia. La medaglia è sospesa al nastro tramite tre fiori di paulownia con foglie.

La stella dell'Ordine riprende le medesime forme della medaglia, ad eccezione dei tre fiori di paulownia con foglie che non ci sono in quanto la decorazione è da petto e non sospesa a nastro.

Il nastro è rosso con una striscia bianca per parte.

Insigniti notabili[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Japan, Cabinet Office: Decoration Bureau Archiviato il 9 febbraio 2012 in Internet Archive.
  2. ^ a b Japan, Ministry of Foreign Affairs: "2008 Spring Conferment of Decorations on Foreign Nationals," p. 4;"51 non-Japanese among 4,000 to receive decorations this spring." Japan Times. April 30, 2008.
  3. ^ [1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Peterson, James W., Barry C. Weaver and Michael A. Quigley. (2001). Orders and Medals of Japan and Associated States. San Ramon, California: Orders and Medals Society of America. ISBN 1-890974-09-9

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]