Omaggio prussiano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Omaggio prussiano (dipinto).
Lo stemma prussiano con la lettera "S" (Sigismondo) e una corona intorno al collo dell'aquila, che riflette che la Prussia era un feudo del re e della corona polacchi.
Omaggio prussiano di Marcello Bacciarelli

L'Omaggio prussiano o Tributo prussiano (tedesco: Preußische Huldigung; polacco: hołd pruski) fu l'investitura formale di Alberto di Prussia come duca del feudo polacco della Prussia ducale.

All'indomani dell'armistizio che pose fine alla Guerra polacco-teutonica Alberto, Gran maestro dell'Ordine teutonico e membro del casato di Hohenzollern, visitò Martin Lutero a Wittenberg e subito dopo divenne favorevole verso il Protestantesimo. Il 10 aprile 1525, due giorni dopo la firma del Trattato di Cracovia che mise ufficialmente fine alla Guerra polacco-teutonica (1519-1521), nella piazza principale della capitale polacca di Cracovia, Alberto si dimise dalla sua posizione di Gran maestro dell'Ordine teutonico e ricevette il titolo di "Duca di Prussia" da re Sigismondo I il Vecchio di Polonia. Nell'accordo, parzialmente mediato da Lutero, il Ducato di Prussia divenne il primo stato protestante, anticipando la Pace di Augusta del 1555. L'investitura di un feudo protestante del Ducato di Prussia era per la Polonia, per ragioni strategiche, migliore di un feudo cattolico dello Stato dell'Ordine teutonico in Prussia, formalmente soggetto al Sacro Romano Impero e al Papato.

Come simbolo di vassallaggio, Alberto ricevette dal re polacco uno stendardo con lo stemma prussiano. L'aquila nera prussiana sulla bandiera era ingrandita con una lettera "S" (per Sigismondo) e aveva una corona posta intorno al collo come simbolo di sottomissione alla Polonia.

Omaggi dei Gran maestri dell'Ordine teutonico[modifica | modifica wikitesto]

La tradizione degli "Omaggi prussiani" risale all'anno 1469, quando, dopo la Guerra dei tredici anni, e la Seconda pace di Toruń, tutti i Gran maestri dell'Ordine teutonico furono obbligati a rendere omaggio ai sovrani polacchi entro sei mesi dalla loro elezione. Alcuni Gran maestri si rifiutarono di farlo, sostenendo che i Cavalieri teutonici erano sotto la sovranità papale. Tra coloro che si rifiutarono vi furono Martin Truchseß von Wetzhausen, Federico di Sassonia (che riferì la questione alla Dieta imperiale del 1495), nonché il duca Alberto.

Omaggi dei Duchi di Prussia[modifica | modifica wikitesto]

Il Ducato di Prussia fu creato nel 1525, e l'omaggio del duca Alberto di Prussia ebbe luogo il 10 aprile 1525 a Cracovia. L'ultimo omaggio si svolse il 6 ottobre 1641 di fronte al Castello reale di Varsavia. In seguito al Trattato di Bromberg (1657), i sovrani prussiani non furono più considerati come vassalli dei re polacchi.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (PL) Adam Vetulani, Lenno pruskie od traktatu krakowskiego do śmierci księcia Albrechta 1525-1568. Studium historyczno-prawne, Cracovia, 1930.
  • (PL) Marian Biskup, Geneza i znaczenie hołdu pruskiego 1525 roku, Komunikaty Mazursko-Warmińskie, 1975, n. 4.
  • (PL) Maria Bogucka, Hołd Pruski, Varsavia, 1982;
  • (PL) Hartmut Boockman, Zakon krzyżacki. Dwanaście rozdziałów jego historii, Oficyna Wydawnicza, Varsavia, 1998, ISBN 83-7233-048-4.
  • (PL) Bogdan Wachowiak e Andrzej Kamieński, Dzieje Brandenburgii-Prus. Na progu czasów nowożytnych (1500-1701). ISBN 83-7177-195-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]