Olivera Despina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mileva Olivera Lazarević, Despina Hatun

Mileva Olivera Lazarević, Despina Hatun, (serbo: Деспина Оливера Лазаревић) (Kruševac, 13721444), era la figlia più giovane di Lazar di Serbia e della principessa Milica e la moglie del sultano ottomano Bayezid I.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Olivera Despina Hatun era la figlia più giovane di Lazar di Serbia e della principessa Milica. Sua madre era un discendente del Gran Principe (Veliki Župan) Stefano Nemanja, il fondatore della dinastia dei Nemanjić e cugina dell'imperatore Stefano Uroš IV Dušan. Olivera aveva quattro sorelle più grandi, Mara (madre di Đurađ Branković), Dragana, Teodora, e Jelena (madre di Balša III, l'ultimo sovrano di Zeta) e due fratelli, Stefan e Vuk.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la battaglia del Kosovo nel 1389, Olivera è stata inviata al harem del sultano Bayezid I, dove è rimasta per i successivi dodici anni e divenne una delle quattro mogli del sultano (oltre alle sue concubine). Nonostante il suo matrimonio, non si è mai convertita all'Islam. Aveva una grande influenza sul sultano, contribuendo ad aiutare la sua gente, il suo paese e la sua famiglia a sopravvivere durante i tempi turbolenti. Olivera e Bayezid ebbero tre figlie: Sultan Melik, Sultan Oruz e un'altra in cui nome non è noto. Nella battaglia di Ankara il 20 luglio 1402, Olivera e Bayezid vennero catturati da Tamerlano. La donna venne rilasciata nel 1403, dopo la morte del marito in prigionia.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Ha trascorso il resto della sua vita alla corte di suo fratello Stefan a Belgrado o alla corte di sua sorella Jelena a Castelnuovo. Morì nel 1444.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Princess Olivera, a forgotten Serbian Heroine, Princess Olivera Foundation, Belgrade 2009 (ISBN 978-86-912875-2-8)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN141485774 · ISNI (EN0000 0001 2034 401X · LCCN (ENn2017010629 · GND (DE14203147X · CERL cnp01229255 · WorldCat Identities (ENlccn-n2017010629
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie