Oceania (1984)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oceania
1984 fictious world map.svg
Mappa del mondo proposta in 1984: l'Oceania è in rosso
Nome originaleOceania
Creazione
IdeatoreGeorge Orwell
Appare in1984
Caratteristiche immaginarie
TipoSuperpotenza mondiale
GovernoDittatura monopartitica (Socing) secondo le ideologie: "L'ignoranza è forza", "La guerra è pace" e "La libertà è schiavitù"
CapoGrande Fratello, Partito Interno
NascitaDurante le rivoluzioni negli anni '50 e '60
ContinenteAmeriche, Africa, Oceania, Europa
CapitaleNon specificata; Londra è sede dei Ministeri della Pace, dell'Amore, della Verità e dell'Abbondanza
LingueInglese, Neolingua

Oceania è una delle tre superpotenze continentali nate dopo la ipotetica guerra atomica degli anni cinquanta inventate da George Orwell nel romanzo 1984.

La sua forma di governo è il "Socialismo inglese", abbreviato in Socing ("Ingsoc" nella versione in lingua originale), e nasce dalle ceneri del Partito Laburista.

Nel suo territorio sono comprese le Americhe, la Gran Bretagna, l'Irlanda, l'Australia, la Nuova Zelanda, e la parte centromeridionale dell'Africa.

Nel romanzo essa è considerata la maggiore delle tre superpotenze ed è costantemente in guerra con l'Estasia o con l'Eurasia, ed alleata con la superpotenza con la quale non è in guerra.

Proprio per questo motivo l'esercito oceaniano dispone di un vastissimo arsenale, alla quale creazione e manutenzione è destinato gran parte dello sforzo industriale della nazione. Un'unità militare che viene citata nel romanzo è ad esempio la fortezza galleggiante, una struttura poderosa e di dimensioni gigantesche, la cui costruzione richiede un'enorme quantità di operai e risorse.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura