Nuraghe Saurecci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Fortezza nuragica di Saurecci
Fortezza nuragica di Saurecci.jpg
Torre della fortezza
CiviltàCiviltà nuragica
UtilizzoIncerto
EpocaIncerta
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneGuspini
Altitudine175 m s.l.m.
Dimensioni
Superficie4 500 circa 
Altezza4 m
Larghezza40 m
Amministrazione
Visitabile
Mappa di localizzazione

Coordinate: 39°36′09.59″N 8°37′44.32″E / 39.602664°N 8.628978°E39.602664; 8.628978

Il nuraghe Saurecci o fortezza nuragica di Saurecci (o Sa Urecci) è una struttura nuragica complessa [1] situata nel comune di Guspini, realizzata sulla sommità di una collina alta 175 metri.

Contesto ambientale e collocazione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Fortezza nuragica di Saurecci - veduta Panoramica del Campidano dalla somità del Saurecci

La fortezza dista circa 7 km dal centro abitato ed è visibile percorrendo la strada Santa Maria di Neapolis tra la località Tupa Crebu e la località Corti Arrubia. Nei pressi del sito sono presenti ulteriori monumenti preistorici tra cui: il nuraghe Melas, il nuraghe Uraddili, il menhir Genna Pruinas e Sa Mitza de Nieddinu ad est della fortezza, mentre a nord troviamo la domus de janas di Bruncu Maddeus e il nuraghe Brunk'e s'Orku.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La fortezza ha delle dimensioni considerevoli (copre quasi un'area di 4000 metri quadrati) se si considera anche il punto nel quale è stata eretta. Ha una posizione strategica, infatti dalla sommità della collina nella quale si erge è facilmente visibile la piana del Campidano, compresa la catena montuosa del Linas oltre ai vicinissimi nuraghi complessi di Pabillonis: il nuraghe Fenu e il nuraghe Santu Sciori. È composta da quattro torri, di cui una sul lato est e due sul lato ovest (compreso il muro perimetrale) risultano essere parzialmente crollate. La cinta muraria, a forma di rombo, raggiunge un'altezza di circa 4 metri con blocchi di roccia basaltica di enormi dimensioni che coprono un perimetro di circa 140 metri. Il sito non è stato mai scavato del tutto. L'unica torre visitabile, quella più intatta delle quattro perimetrali, ha una apertura verso ovest e presenta al suo interno due nicchie e una fessura verso sud est.

Nel suo complesso la struttura risulta essere sommersa dalla vegetazione tanto da essere difficilmente visibile.

Lo stesso Vittorio Angius lo descrive come:«.. norache posto sulla sommità d’una col- lina rassomiglia a un gran castello». E ne sottolinea anche la struttura:«.. La sua curva è di metri 147, e riunisce tre norachi» con una:«.. cinta (muraria a secco) alta circa 4 metri. Forse l’altezza primitiva era doppia.»[2]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]