Novi Avion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Novi Avion
Novi avion YU.JPG
Modello di Novi Avion fotografato al Batajnica Airshow di Belgrado nel 2012
Descrizione
Tipocaccia multiruolo
Equipaggio1 pilota
ProgettistaJugoslavia Vazduhoplovno Tehnicki Institut (VTI)
CostruttoreJugoslavia SOKO
Data primo voloera pianificato per il 1992
Data entrata in servizioprogetto cancellato nel 1991
Utilizzatore principaleSFR Yugoslav Air Force
Esemplari0
Dimensioni e pesi
Novi13ot.jpg
Tavole prospettiche
Lunghezza13,75 m
Apertura alare8,00 m
Altezza4,87 m
Superficie alare30
Carico alare446,67 kg/m²
Peso a vuoto6 247 kg
Peso max al decollo13 400 kg
Propulsione
Motore1 turboventola Snecma M88
Prestazioni
Velocità maxMach 1,88
Velocità di salita16 500 m/min
Raggio di azione3 765 km
Tangenza17 000 m
Armamento
Cannoniuno calibro 30 mm
Piloni11
voci di aerei militari presenti su Wikipedia

Il Novi Avion (in italiano: Nuovo Aeroplano) era un progetto per una caccia multiruolo supersonico di 4 generazione, con delta e canard, che fu progettato in Jugoslavia ma cancellato nel 1991 poco prima dell'inizio della produzione.

Storia del progetto[modifica | modifica wikitesto]

Il progetto iniziò nel mezzo degli anni '80 per rendere la Jugoslavia completamente autosufficiente nella manifattura di equipaggiamento militare, ed i caccia da superiorità aerea erano l'unica cosa che la Jugoslavia ancora importava, essendo capace di provvedere a tutto l'altro equipaggiamento militare (carri armati, aerei da attacco leggero, sottomarini, ecc). Quando la Jugoslavia si dissolse nel 1991, il progetto venne cancellato, a causa della rottura del paese, non ci furono le risorse finanziarie necessarie alla produzione dell'aereo.

Il progetto era approssimativamente ad un anno dal completamento all'epoca della cancellazione, la progettazione di alcuni impianti di produzione e prototipi di alcune parti, come la cabina di pilotaggio erano già stati costruiti. Se non fosse stato cancellato avrebbe avuto il primo volo nel 1992, è sarebbe entrato in servizio in qualche tempo dopo in mezzo agli anni '90. Il lavoro venne intrapreso dal Vazduhoplovno Tehnicki Institut (VTI, Istituto Tecnico Aeronautico) di Belgrado, il principale istituto tecnico-militare della Jugoslavia.

La Jugoslavia si aspettava di costruire approssimativamente 150 velivoli per rimpiazzare i MiG-21 e gli J-21 Jastreb, e vendere diverse centinaia di Novi Avion nel mercato mondiale come aveva anticipato. Il termine Novi Avion, con cui è usato per descrivere il progetto, che significa "nuovo aereo" in serbo-croato, anche se l'aeromobile avrebbe ricevuto una nuova designazione al momento dell'entrata in servizio.

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Il Novi Avion visto da vicino ricordava il Rafale francese, anche se più piccolo e con un solo motore. Era progettato per ricoprire molti ruoli, inclusa la superiorità aerea, l'intercettazione, ricognizione, attacco al suolo e ruolo anti-nave. La velocità massima che poteva raggiungere era poco al di sotto di Mach 2. La super-manovrabilità a velocità subsonica e supersoniche era una priorità del progetto, e la maggior parte della cellula era composta di materiali compositi.

Il progetto era di incorporare una seri di funzionalità in grado di abbassare la traccia radar della sezione trasversale, anche se non era un vero e proprio velivolo stealth. L'aereo trasportava un avanzato sistema di ECM e ECCM. Era un progetto del tutto jugoslavo, non basato su nessun velivolo straniero, anche se la Francia provvedette a fornire qualche assistenza al progetto per le parti più complesse del progetto di cui gli jugoslavi non avevano esperienza, come un radar multifunzione.

Il motore doveva essere lo Snecma M88 francese, lo stesso motore usato nel Dassault Rafale. La maggior parte delle armi che avrebbe potuto trasportare sarebbero state armi francesi, o costruite in Francia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]