Nina Davuluri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nina Davuluri

Nina Davuluri (Syracuse, 20 aprile 1989[1]) è una modella statunitense di origine indiana[2][3].

È stata eletta Miss America 2014 il 15 settembre 2013, prima indo-americana e seconda asioamericana ad ottenere tale riconoscimento. La Davuluri è stata anche la prima ad eseguire una coreografia in stile Bollywood sul palco di Miss America. La modella partecipava al concorso in qualità di rappresentante dello stato di New York.

Tuttavia la sua elezione ha suscitato numerose polemiche di stampo xenofobico-razzista sui social network americani[4][5][6][7], principalmente collegate alla vicinanza fra la data del concorso con l'anniversario degli attacchi terroristici dell'11 settembre 2001 ed il relativo sentimento anti-indiano.[5][6][7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nina Davuluri IMDB, IMDB.
  2. ^ Patricia Montemurri, Miss America - her own way: Michigan girl next door evolves, winning admiration for championing diversity, Detroit Free Press, 29 ottobre 2013 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2014).
  3. ^ Lisa Tsering, Indian American Nina Davuluri Wins Miss America 2014, India-West, 16 settembre 2013 (archiviato dall'url originale il 28 aprile 2014).
  4. ^ Miss America 2014: How I Survived the Hate, Official Site: Bloomberg News, 20 settembre 2013.
  5. ^ a b Alex Abad-Santos, The First Indian-American Miss America Has Racists Very, Very Confused, The Atlantic, 16 settembre 2013.
  6. ^ a b Ryan Broderick, A Lot Of People Are Very Upset That An Indian-American Woman Won The Miss America Pageant, BuzzFeed, 16 settembre 2013.
  7. ^ a b Maura Judkis, Miss America fights post-pageant racism with a beauty queen’s poise, Wall Street Journal, 22 settembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Miss America Successore
Mallory Hagan 2014 Kira Kazantsev
Controllo di autoritàVIAF (EN827151778201718130001 · WorldCat Identities (ENviaf-827151778201718130001