Nilo Cabasila

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nilo Cabasila (in greco: Nεῖλος ὁ Kαβάσιλας) (Tessalonica, ... – Costantinopoli, 1363) è stato un teologo e arcivescovo ortodosso bizantino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sappiamo molto poco della biografia di Nilo Cabasila. È stato a lungo confuso con suo nipote Nicola Cabasila (1322-1391), probabilmente perché anche il suo nome di battesimo era Nicola (in greco: Νικόλαος), mentre Nilo (in greco: Nεῖλος) sarebbe il nome adottato dopo aver ricevuto gli ordini sacri.

Fu maestro di suo nipote Nicola e dell'umanista Demetrio Cidone il quale, nell'Apologia III, lo ricorda come «un entusiasta appassionato dei libri di Tommaso»[1]. Egli fu il primo fra i greci con una piena conoscenza della teologia latina a scrivere in favore del palamismo e contro il Filioque[1]. Divenne arcivescovo di Tessalonica succedendo a Gregorio Palama (morto nel 1361 circa).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

La sua opera più importante è il trattato Contro i Latini sulla processione dello Spirito Santo (Περὶ τῆς τοῦ Άγίου Πνεύματος ἐκπορεύσεως κατὰ Λατίνων) in cinque libri[2], che divenne un punto fermo per la posizione della chiesa greca in questa controversia. Alcuni suoi lavori (Notitia ex Allatii Diatriba de Nilis, De Dissidio Ecclesiarum, De primatu Papae, Confutatio Nili, Nili Encomium Gregorii Palamae) sono contenuti nel volume 149 della Patrologia Graeca, col. 683-877[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b John Meyendorff, La teologia bizantina: Sviluppi storici e temi dottrinali; traduzione di Cecilia Impera, Genova: Casa Editrice Marietti, 1984, p. 131, ISBN 88-211-6766-6 (Google libri)
  2. ^ Emmanuel Candal (a cura di), Nilus Cabasilas et Theologia S. Thomae de Processione Spiritus Sancti: Novum e Vaticanis Codicibus subsidium ad historiam Theologiae byzantinae saeculi XIV plenius elucidandam, Città del Vaticano: Bibliotheca Apostolica Vaticana, 1945
  3. ^ Patrologiae Graecae, vol. 149: Nicephorus Gregoras, Nilus Cabasilas Thessalonicensis Metropolita, Theodorus Meliteniota, Magnae Ecclesiae Sacellarius, Georgius Lapitha, and Anonymus, Paris:J.-P. Migne, 1865

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Cabàsila, Nilo, in Treccani.it – Enciclopedie on line, Istituto dell'Enciclopedia Italiana. URL consultato il 20 gennaio 2015.
Controllo di autoritàVIAF (EN17403574 · ISNI (EN0000 0001 1827 3072 · LCCN (ENnr00017053 · GND (DE119555840 · BNF (FRcb13755738n (data) · BAV (EN495/43390 · WorldCat Identities (ENlccn-nr00017053