Nikolaj Michajlovič Jazykov

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nikolaj Jazykov

Nikolaj Michajlovič Jazykov, in russo: Николай Михайлович Языков? (Simbirsk, 16 marzo 1803Mosca, 8 gennaio 1846[1]), è stato un poeta russo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nikolaj Jazykov

Fu uno dei maggiori lirici della corrente puskiniana. Lasciò versi caratterizzati da un'ampia musicalità e ispirati all'amore, alla bellezza e alla gioia di vivere, tanto che lo stesso Puškin lo definì "una sorgente di champagne". Nelle liriche di Jazykov non mancarono tuttavia note anche nostalgiche.[2] Jazykov fu amico dello stesso Puškin.[1]

La sua esistenza fu contraddistinta da una salute cagionevole, che lo condusse in numerosi centri di cura.

Aderì con entusiasmo al movimento nazionalista russo, ma raramente i contenuti delle sue poesie trattarono tematiche politiche.[2]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Le poesie di Jazykov trattarono tematiche quali la bellezza, l'amore, l'amicizia, la nostalgia, il dolore, la spiritualità. Numerose sue opere ricevettero una trasposizione musicale e ottennero grande popolarità.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Aleksandr Puškin, Eugenio Onegin, a cura di Eridano Bazzarelli, 10ª ed., Milano, BUR, 2015 [1985], p. 569, ISBN 9788817165198.
  2. ^ a b c Le Muse, vol. 6, Novara, De Agostini, 1965, p. 42.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64014018 · ISNI (EN0000 0001 1028 1772 · LCCN (ENn82263306 · GND (DE128630930 · BNF (FRcb119858289 (data) · CERL cnp00502086