Nicolas Mosar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nicolas Mosar

Commissario europeo per l'energia
Durata mandato 1985 –
1989
Presidente Jacques Delors
Predecessore Étienne Davignon
Successore Antonio Cardoso e Cunha

Nicolas Mosar (Lussemburgo, 25 novembre 1927Lussemburgo, 6 gennaio 2004) è stato un politico e diplomatico lussemburghese, esponente del Partito Popolare Cristiano Sociale.

È stato commissario europeo.

Formazione e carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Mosar studiò giurisprudenza[1]. Dal 1962 al 1963 presiedette l'associazione dei giovani avvocati del Lussemburgo[2].

Carriera politica e diplomatica[modifica | modifica wikitesto]

Mosar fece parte del consiglio comunale di Lussemburgo ininterrottamente dal 1959 al 1984[1].

Nel 1969 venne eletto membro della Camera dei deputati e nel 1972 presidente del Partito Popolare Cristiano Sociale[1]. Perse entrambe le cariche dopo la sconfitta elettorale del 1974, ma tornò a far parte della Camera dei deputati dal 1976[1]. Nel 1979 venne eletto presidente del gruppo parlamentare del suo partito[1].

Alla fine del 1984 il governo lussemburghese indicò Mosar come commissario Europeo del Lussemburgo, per cui egli si dimise dai suoi incarichi parlamentari. Entrò in carica il 6 gennaio 1985 come commissario europeo per l'energia nell'ambito della Commissione Delors I e rimase in carica fino al gennaio 1989[1].

Dopo la fine del mandato da commissario europeo Mosar venne nominato ambasciatore del Lussemburgo in Italia[1]. In tale veste Mosar guidò la delegazione lussemburghese alla venticinquesima sessione della Conferenza della FAO del novembre 1989 a Roma[3]. Svolse l'incarico diplomatico fino al 1992[1].

Famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Suo figlio Laurent Mosar è deputato del Lussemburgo dal 1994 e presidente della Camera dei deputati dal luglio 2009[4][5].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
— 15 febbraio 1993[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h (NL) Nicolas Mosar, Europa.nu. URL consultato il 28 ottobre 2011.
  2. ^ (FR) Présidents depuis 1923, Conférence du jeune barreau du Luxembourg. URL consultato il 28 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 4 luglio 2007).
  3. ^ (EN) List of delegates and observers, Twenty-fifth session of the Conference of FAO, FAO. URL consultato il 28 ottobre 2011.
  4. ^ (FR) Laurent Mosar, Chambre des députés du Grand-duché du Luxembourg. URL consultato il 28 ottobre 2011.
  5. ^ (DE) Michel Pauly, Die politische Elite der Stadt Luxemburg im Mittelalter (PDF), Forum, aprile 2006. URL consultato il 28 ottobre 2011.
  6. ^ Sito web del Quirinale: dettaglio decorato.
Controllo di autoritàVIAF (EN189392636 · GND (DE170155773