Nello Pini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando info sull'omonimo partigiano, vedi Nello Pini (partigiano).

Nello Pini (Livorno, 12 dicembre 1921Livorno, 3 marzo 1993) è stato un designer ed ebanista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Da ragazzo assieme al padre Pilade, Pini realizzò importanti lavori negli edifici pubblici livornesi tra i quali gli infissi dell'Ospedale Costanzo Ciano con l'allora tecnologico serramento soft touch (ancora oggi visibile negli infissi dell'ospedale) gli interni dell'Accademia Navale e delle villette in stile moresco di Viale Italia, l'arredamento della famosa "Baracchina Rossa" e gli edifici in legno della base americana Camp Darby.

Nel dopoguerra la ditta Pini, grazie alle invenzioni create da Nello, costruì la sua sede storica nella centralissima Via Grande appena ricostruita dopo essere stata devastata dai bombardamenti della seconda guerra mondiale. L'edificio fu disegnato dallo stesso Nello in uno stile moderno e funzionale, grazie alla sua avveniristica facciata in pannelli di cristallo (da cui il nome di Palazzo di Cristallo) divenne una vera attrazione negli anni sessanta e settanta specialmente per il suo albero natalizio alto 5 piani e visibile direttamente dall'esterno.

In seguito la ditta Pini si trasformava in Mobilificio Gigante Pini, partecipando con tale ragione sociale alla fiera di Milano. Alla fine degli anni settanta il Mobilificio Gigante Pini trasferì la sua esposizione di mobili in Via Firenze, cambiando ulteriormente denominazione in Interiodesign.

Nello Pini usava dire di sé stesso: Sono un semplice falegname... ma con tanta fantasia.

Cronologia sintetica[modifica | modifica wikitesto]

  • 1920 - Nasce la Ditta Pilade Pini e Carlo Fratelli Pini - Mobili e Infissi, lavorazione elettrica del legno
  • 1930 - Arredamento delle storiche villette eclettiche dell'attuale Viale Italia
  • 1930 - Realizzazione interni della "Baracchina Rossa" (Viale Italia, Livorno) e interni dell'Accademia Navale
  • 1933 – Realizzazione dello scalone centrale dei "Granai" di Villa Mimbelli
  • 1934 - Realizzazione Baracche Componibili per il Genio Militare
  • 1936 - Realizzazione degli infissi di tutte le colonie di Calambrone (Pisa)
  • 1937 - Realizzazione degli infissi dell'Ospedale Costanzo Ciano (oggi Spedali Riuniti)
  • 1939 - La ditta Pini si trasferisce in Via Garibaldi
  • 1943 - Il rappresentante della ditta Pini nella tristemente famosa Via Rasella viene catturato ed ucciso dai Nazisti nelle Fosse Ardeatine
  • 1945 - Realizzazione di edifici in legno per la base statunitense Camp Darby
  • 1947 - Nello Pini sposa Marisa Quaglierini, sorella del famoso olimpionico Ottorino Quaglierini, capovoga dei mitici "Scarronzoni" e noto imprenditore immobiliare con il quale costruirà il Palazzo di Cristallo di Via Grande in Livorno
  • 1949 - Alla Fiera di Milano Pini presenta la prima cucina al mondo monoblocco in acciaio smaltato denominata "Pasa"
  • 1950 – Alla Fiera di Milano avviene l'anteprima mondiale la parete a soffietto denominata "OscarFlex"
  • 1954 - Inaugurazione della sede storica in Via Grande a Livorno; il palazzo alto 7 piani fu costruito su progetto personale di Nello Pini e realizzato in soli 6 mesi.
  • 1960 - Realizzazione ingresso del Teatro Gran Guardia in Via Grande, sempre a Livorno
  • 1960-1970 Realizzazione interni di case e ville dei più importanti ministri e imprenditori italiani
  • 1978 - Il mobilificio Gigante Pini si trasferisce in Via Firenze e cambia denominazione in INTERIORDESIGN
  • 1993 - Il 3 marzo 1993 Nello Pini muore

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV., La Ditta Pini e la sua Storia - memorie di Nello Pini, Stampa Industria Grafica Meschi, 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]