Nell Gwyn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eleanor (Nell) Gwyn ritratta da Simon Verelst

Eleanor "Nell" Gwyn (Hereford, 2 febbraio 1650Londra, 14 novembre 1687) è stata un'attrice teatrale inglese celebre per essere stata l'amante di Carlo II d'Inghilterra, fu una delle prime attrici donna del teatro inglese e membro della Merry Gang.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nell Gwyn ritratta da Sir Peter Lely

Da bambina iniziò a lavorare in una casa di tolleranza dove serviva acquavite agli avventori[1]. In seguito all'intronizzazione di Carlo II nel 1660 dopo la morte di Oliver Cromwell furono riaperti i teatri che erano stati tutti chiusi, inoltre re Carlo introdusse due novità: l'utilizzo di scenografie come fondali colorati e l'apertura alle donne il cui ruolo era sempre stato appannaggio dei soli uomini[1]. La giovane Nell iniziò a vendere arance in uno dei nuovi teatri dove fu notata dall'attore Charles Hart che la iniziò alla recitazione[1] Iniziò a calcare le scene del teatro con un certo successo facendosi notare dal pubblico. Chiamata "bella, spiritosa Nell" da Samuel Pepys, era ritenuta l'incarnazione vivente dello spirito della Restaurazione inglese e finì per essere considerata un'eroina popolare.

Divenuta una delle amanti ufficiali del re Carlo II Stuart, ebbe due figli, Charles Beauclerk (1670-1726), che divenne conte di Burford, poi duca di St. Albans, e James Beauclerk (1671-1680). Un giorno trovandosi assediata nella sua carrozza dalla folla inferocita che l'aveva scambiata per la cattolica Louise de Kérouaille, l'altra amante del Re, si fece riconoscere gridando alla folla:"Calma, ragazzi. Sono la puttana protestante!"[1].

Al cinema e in televisione[modifica | modifica wikitesto]

Il personaggio di Nell Gwyn appare anche in numerosi film, tv movie ed episodi televisivi fino dai primissimi anni del 1900, interpretata spesso da famose attrici come Mary Pickford, Dorothy Gish, Gracie Fields, Margaret Lockwood e Anna Neagle, che ne indossò i panni in due film, a distanza di vent'anni l'uno dall'altro.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Masolino D'Amico, p. 37

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Masolino D'Amico, Storia del teatro inglese, Newton & Compton, Roma 1995, ISBN 88-7983-815-6
  • Masolino D'Amico, nell'articolo "Nell, il primo topless del teatro inglese", su La Stampa martedì 27 dicembre 2011

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN104484318 · LCCN: (ENn50024230 · ISNI: (EN0000 0000 9789 8240 · GND: (DE1025108329