NGC 4088

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
NGC 4088
Galassia a spirale intermedia
Le due galassie NGC 4088 (sinistra) e NGC 4085 (destra)
Le due galassie NGC 4088 (sinistra) e NGC 4085 (destra)
Dati osservativi
(epoca J2000.0)
CostellazioneOrsa Maggiore
Ascensione retta12h 05m 34.2s[1]
Declinazione+50° 32′ 21″[1]
Distanza51[2] milioni di a.l.  
Magnitudine apparente (V)+11,2[1]
Redshift0.002524[1]
Caratteristiche fisiche
TipoGalassia a spirale intermedia
ClasseSAB(rs)bc[1]
Altre designazioni
UGC 7081,[1] PGC 38302,[1] Arp 18,[1] VV 357[1]
Mappa di localizzazione
NGC 4088
Ursa Major IAU.svg
Categoria di oggetti astronomici

Coordinate: Carta celeste 12h 05m 34.2s, +50° 32′ 21″

NGC 4088 è una galassia a spirale intermedia situata nella costellazione dell'Orsa Maggiore [3] distante circa 51 milioni di anni luce; forma una coppia fisica con la vicina NGC 4085 distante visivamente 11′[4].

NGC 4088 è una galassia a spirale di grandi dimensioni,[5] con bracci nettamente definiti nel disco galattico. Nella luce visibile uno dei bracci sembra avere un segmento parzialmente disconnesso dal resto della galassia, tanto che Halton Arp la incluse nel suo catalogo di galassie irregolari[6].

Sia NGC 4088 sia NGC 4085 fanno parte del Gruppo di M109, vasto gruppo di galassie dell'Orsa Maggiore, che prende il nome da M109, componente principale[7][8][9].

SN 2009dd e SN 1991G[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 aprile 2009, in NGC 4088 fu scoperta la supernova SN2009dd[10] che raggiunse una magnitudine apparente di +13,8[10], facendola diventare la 3° supernova per luminosità di quell'anno[11]. Sempre in questa galassia il 10 febbraio 1991 era stata scoperta SN1991G, che fu classificata come una Supernova di tipo II[12].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i NASA/IPAC Extragalactic Database, su Results for NGC 4088.
  2. ^ Distance Results for NGC 4088, su NASA/IPAC Extragalactic Database.
  3. ^ R. W. Sinnott, editor, The Complete New General Catalogue and Index Catalogue of Nebulae and Star Clusters by J. L. E. Dreyer, Sky Publishing Corporation and Cambridge University Press, 1988, ISBN 0-933346-51-4.
  4. ^ A. Sandage, J. Bedke, Carnegie Atlas of Galaxies, Carnegie Institution of Washington, 1994, ISBN 0-87279-667-1.
  5. ^ D. M. Elmegreen, B. G. Elmegreen, Arm classifications for spiral galaxies, in Astrophysical Journal, vol. 314, 1987, pp. 3–9, Bibcode:1987ApJ...314....3E, DOI:10.1086/165034.
  6. ^ H. Arp, Atlas of Peculiar Galaxies, in Astrophysical Journal Supplement, vol. 14, 1966, pp. 1–20, Bibcode:1966ApJS...14....1A, DOI:10.1086/190147.
  7. ^ R. B. Tully, Nearby Galaxies Catalog, Cambridge University Press, 1988, ISBN 0-521-35299-1.
  8. ^ A. Garcia, General study of group membership. II - Determination of nearby groups, in Astronomy and Astrophysics Supplement, vol. 100, 1993, pp. 47–90, Bibcode:1993A&AS..100...47G.
  9. ^ G. Giuricin, C. Marinoni, L. Ceriani, A. Pisani, Nearby Optical Galaxies: Selection of the Sample and Identification of Groups, in Astrophysical Journal, vol. 543, nº 1, 2000, pp. 178–194, Bibcode:2000ApJ...543..178G, DOI:10.1086/317070, arXiv:astro-ph/0001140.
  10. ^ a b Supernova 2009dd in NGC 4088, Astronomy Section, Rochester Academy of Science.
  11. ^ David Bishop, Bright Supernovae - 2009, supernovae.net (International Supernovae Network). (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2011).
  12. ^ Blanton, E. L.; Schmidt, B. P.; Kirshner, R. P.; Ford, C. H.; Chromey, F. R.; Herbst, W, Observations of the Type II-P SN 1991G in NGC 4088, in Astronomical Journal, vol. 110, 1995, Bibcode:1995AJ....110.2868B, DOI:10.1086/117735.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Orion Nebula - Hubble 2006 mosaic 18000.jpg    New General Catalogue:    NGC 4086  •  NGC 4087  •  NGC 4088  •  NGC 4089  •  NGC 4090   
Oggetti del profondo cielo Portale Oggetti del profondo cielo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di oggetti non stellari