Myrtle Gonzalez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Myrtle Gonzalez

Myrtle Gonzalez, o Myrtle Gonzales (Los Angeles, 28 settembre 1891Los Angeles, 22 ottobre 1918), è stata un'attrice statunitense.

Viene ricordata, insieme a Beatriz Michelena, come la prima star del cinema latino-americano hollywoodiano[1]

È conosciuta soprattutto per il suo ruolo di Enid Maitland in The Chalice of Courage, un lungometraggio prodotto nel 1915 dalla Vitagraph dove aveva come partner William Duncan. Uno scrittore la definì the Virgin White Lily of the Screen (il bianco giglio vergine dello schermo).

Fu una delle vittime dell'epidemia spagnola.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di un negoziante spagnolo, Manuel George Gonzalez, e di un'irlandese, Lillian L. Cook (1874-1932), ex cantante d'opera, Myrtle Gonzalez iniziò la sua carriera artistica come soprano, partecipando a concerti e cantando come corista di chiesa a Los Angeles. in seguito apparve sul palcoscenico recitando in compagnia con Fanny Davenport e Florence Stone.

Vivendo a Los Angeles, Myrtle Gonzalez fu avvantaggiata dal fatto che il grosso della produzione cinematografica si fosse spostato nella sua città; cominciò a lavorare per il cinema, per studi come la Vitagraph e l'Universal. Alla Vitagraph, girò cinque film avendo come partner William Desmond Taylor.

Myrtle Gonzalez si sposò due volte, in entrambi i casi con un collega. La prima volta con l'attore J. Parks Jones (1890–1950), dal quale ebbe un figlio, James Parks Jones, Jr. (c. 1911-1970); la seconda, con Allen Watt (1885–1944). Watt, in precedenza, aveva lavorato nel cinema come aiuto regista e sceneggiatore e avrebbe in seguito proseguito la sua carriera come attore e regista. All'epoca del matrimonio con la Gonzalez era capitano dell'Esercito. Dopo queste seconde nozze, celebrate nel dicembre 1917, l'attrice si ritirò dalle scene, seguendo il marito a Camp Lewis, nello stato di Washington. Sofferente di cuore, però, era troppo fragile per quel clima e Watt ottenne di poter rientrare con la moglie nella California del sud.

L'attrice morì l'anno seguente, a soli 27 anni, nella casa dei suoi genitori a Los Angeles, vittima della spagnola, la terribile pandemia che fece milioni di morti in tutto il mondo. Venne sepolta al Calvary Cemetery di Los Angeles[2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN31125810 · LCCN (ENn89129718