Museo nazionale della Bosnia ed Erzegovina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museo nazionale della Bosnia-Erzegovina
Sarajevo National Museum of Bosnia and Hercegovina.JPG
Indirizzo Ulica Zmaja od Bosne 3, Sarajevo
Sito www.zemaljskimuzej.ba

Coordinate: 43°51′17.96″N 18°24′09.51″E / 43.85499°N 18.402641°E43.85499; 18.402641

Il Museo nazionale della Bosnia-Erzegovina (Zemaljski Muzej Bosne i Hercegovine) è stato inaugurato a Sarajevo nel 1888, ma era stato concepito già del 1850 circa. Nel 1913 il museo fu ampliato dall'architetto austriaco Karl Paržik, che disegnò una struttura a quattro padiglioni simmetrici con una facciata in stile neorinascimentale.

Il museo è una istituzione culturale e scientifica riguardante molteplici settori tra cui archeologia, storia dell'arte, etnologia, geografia, storia e storia naturale. Nel museo è inoltre conservata la Haggadah di Sarajevo, il più antico documento sefardita del mondo, scritto a Barcellona intorno al 1350, contenente la tradizionale Haggadah ebraica.

Dopo 124 anni di attività, il 4 ottobre 2012 il Museo nazionale della Bosnia Erzegovina ha chiuso le porte al pubblico per mancanza di fondi.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ East Journal

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]


Controllo di autorità VIAF: (EN125599289 · GND: (DE8539-X