Museo del giocattolo e degli automi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Museu de Joguets i Autòmats
Espai Museu Joguets Verdú.jpg
Il museo
Tipo Etnografico
Data fondazione 2004
Fondatori Manel Mayoral
Indirizzo Plaça Major, 23 - 25340 Verdú (Lleida), Catalogna, Spagna
Sito (EN) sezione del sito in inglese

Coordinate: 41°36′36.99″N 1°07′33.32″E / 41.610275°N 1.142588°E41.610275; 1.142588

Il Museo del giocattolo e degli automi (in catalano: Museu de Joguets i Autòmats; in castigliano: Museo de Juguetes y Autómatas) si trova a Verdú, 100 km da Barcellona; inaugurato nel 2004, presenta una collezione di più di un migliaio di giocattoli.

Il museo è situato in un palazzo edificato nel XV secolo, dall'imponente e spettacolare architettura; nel 1999, per iniziativa di un collezionista di Verdú, Manel Mayoral, si decise di trasformarlo in museo, effettuando le opportune ristrutturazioni[1].

Il museo[modifica | modifica wikitesto]

Le collezioni sono suddivise nei quattro piani del palazzo, in un percorso espositivo organizzato in settori tematici[2].

La prima sala mostra i giocattoli tipici dell'antica civiltà contadina; segue l'esposizione degli oggetti legati al gioco del calcio e ai calciatori più famosi, con palloni, accessori e cimeli vari.

La terza sala è dedicata ai veicoli giocattolo artigianali, dalle biciclette ai tricicli, dalle automobiline a pedali ai tram, dai trenini agli aeroplani.

Il quarto tema riguarda i giocattoli meccanici, con le attrazioni degli antichi luna park e una collezione di automi francesi del XIX - XX secolo, e al teatro per i bambini, con le marionette e i burattini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'edificio e la storia del museo
  2. ^ Le collezioni

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]