Moringa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Moringa
Moringabäume Sprokieswoud Etosha.jpg
Moringa sp.
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi II
Ordine Brassicales
Famiglia Moringaceae
Martinov, 1820
Genere Moringa
Adans., 1763
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Capparales
Famiglia Moringaceae
Genere Moringa
Specie

vedi testo

Moringa Adans., 1763 è un genere di piante arboree tropicali e subtropicali appartenenti all'ordine Brassicales.[1] È l'unico genere della famiglia Moringaceae Martinov, 1820.[2]
Il nome Moringa viene da Murungai (முருங்கை) in Tamil. In Gujarati è denominato invece Saragvo.[3]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Polvere e capsule di foglia secca di moringa

Comprende cespugli o piccoli alberi che vivono in climi tropicali e subtropicali, spesso aridi per lunghi periodi. Alcune delle specie hanno sviluppo caudiciforme (cioè hanno un organo trasformato con funzione di accumulo, di norma il fusto, con forma rigonfia a bottiglia, per l'accumulo di acqua o sostanze nutritive).[4]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Moringa comprende le seguenti specie:[5]

Il sistema Cronquist classificava questa famiglia nell'ordine Capparales.[6] La specie più comune, diffusa e di maggiore interesse, è Moringa oleifera. Ugualmente coltivata è anche Moringa stenopetala.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) The Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the ordines and families of flowering plants: APG IV, in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 181, n. 1, 2016, pp. 1–20.
  2. ^ (EN) Moringaceae Martinov, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  3. ^ Dadamouny, M.A. (2009), Population Ecology of Moringa peregrina growing in Southern Sinai, Egypt., su M.Sc., Suez Canal University, Faculty of Science, Botany Department. URL consultato il 26 dicembre 2009.
  4. ^ Zaghloul M.S., Moustafa A.A., Dadamouny M.A., Impact of Improved Soil Properties on Establishment of Moringa peregrina seedlings and trial to decrease its Mortality Rate, in Egyptian Journal of Botany, 2012.
  5. ^ (EN) Moringa Adans., su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 3 febbraio 2021.
  6. ^ (EN) Cronquist A., The evolution and classification of flowering plants, Bronx, NY, New York Botanical Garden, 1988.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica