Montecchio Vesponi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Montecchio Vesponi
frazione
Montecchio Vesponi – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
ProvinciaProvincia di Arezzo-Stemma.png Arezzo
ComuneCastiglion Fiorentino-Stemma.png Castiglion Fiorentino
Territorio
Coordinate43°18′53.32″N 11°55′26.51″E / 43.31481°N 11.92403°E43.31481; 11.92403 (Montecchio Vesponi)
Altitudine275 m s.l.m.
Abitanti744[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale52043
Prefisso0575
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantimontecchiesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Montecchio Vesponi
Montecchio Vesponi

Montecchio Vesponi è una frazione del comune di Castiglion Fiorentino, in provincia di Arezzo. Posta 4 km a sud del capoluogo comunale, sorge su un colle all'ingresso della Valle di Chio, a 364 m s.l.m. e consta di 1200 abitanti. Già sede comunale, fu annesso come frazione di Castiglion Fiorentino nel 1774, in seguito alla riforma amministrativa ordinata dal Granduca di Toscana Leopoldo II d'Asburgo-Lorena.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

I primi insediamenti sul colle di Montecchio risalgono all'epoca etrusco-romana e forse qui sorgeva un santuario pagano. Intorno al IX secolo vi sorse il castello, che in origine fu feudo dei Marchiones e con interessi dell'Abbazia di Farneta. Le mura, dai merli guelfi, presentano ancor oggi al loro interno i segni delle abitazioni contadine e, tra gli oliveti circostanti, sorgono i resti di alcune casupole del "Borgo", nei secoli passati abitate da poveri agricoltori in epoca medievale.

Luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Galleria d'immagini varie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati ISTAT, censimento 2001.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Ghizzi, Cenni storici sopra il Castello di Montecchio Vesponi e suo Comune, Castiglion Fiorentino, 1874.
  • Santino Gallorini, Montecchio Vesponi, un territorio, un castello e una comunità, Cortona, Calosci, 1993.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]