Monte Parodi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte Parodi
La Spezia - Vista dal molo Italia.JPG
Il monte Parodi visto dal Molo Italia
StatoItalia Italia
RegioneLiguria Liguria
ProvinciaLa Spezia La Spezia
Altezza673 m s.l.m.
CatenaAppennino Ligure
Coordinate44°06′36″N 9°46′45.12″E / 44.11°N 9.7792°E44.11; 9.7792Coordinate: 44°06′36″N 9°46′45.12″E / 44.11°N 9.7792°E44.11; 9.7792
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte Parodi
Monte Parodi

Il Monte Parodi si eleva per 673 m s.l.m. nella parte nord-occidentale del golfo della Spezia.

Collocazione[modifica | modifica wikitesto]

Il rilievo sovrasta ad ovest la città della Spezia e digrada con altre colline verso sud in una catena che raggiunge il mare in corrispondenza di Portovenere.

Accesso alla cima[modifica | modifica wikitesto]

Da sempre il Parodi è frequentato dagli spezzini per i loro pic-nic e per fuggire alla calura estiva che avvolge la città in luglio ed agosto (infatti sul monte si registrano sempre temperature di 6/7 gradi in meno che sul mare).
Dal Parodi è inoltre possibile accedere all'Alta Via dei Monti Liguri o raggiungere la rete di sentieri del Parco nazionale delle Cinque Terre. Sul monte sono state installate due antenne radio-televisive che servono il capoluogo e i paesi limitrofi.

Dalla sommità del rilievo è possibile ammirare un panorama spettacolare, specialmente nelle limpide e fredde giornate invernali, che spazia dal Monte Saccarello al Monviso, percorre tutto l'Appennino emiliano e le Alpi Apuane per terminare con le isole dell'arcipelago toscano e la Corsica.

Raggiungere la sua sommità è possibile prendendo le strade che dalla città ne salgono le pendici verso la Foce, Costa di Murlo o Biassa. L'automobile può essere parcheggiata all'inizio del parco dove si trova la Palestra nel Verde, un suggestivo percorso attrezzato fitness che consentire ai visitatori la possibilità di allenarsi tra boschi e macchia mediterranea.
Un sentiero pedonale dopo 300 metri conduce al Forte del monte Parodi, uno della catena di forti ottocenteschi costruiti a difesa della base navale. La struttura è abbandonata e attualmente utilizzata per ospitare antenne e ripetitori radiotelevisivi.