Monte La Nuda (provincia di Reggio nell'Emilia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Monte La Nuda
Tramonto sul monte La Nuda.jpg
Vista della cima innevata
StatoItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna Emilia-Romagna
Toscana Toscana
ProvinciaReggio Emilia Reggio Emilia
Massa-Carrara Massa-Carrara
Altezza1 893 m s.l.m.
Prominenza390 m
CatenaAppennino tosco-emiliano (negli Appennini)
Coordinate44°16′52.86″N 10°14′14.97″E / 44.281351°N 10.237491°E44.281351; 10.237491Coordinate: 44°16′52.86″N 10°14′14.97″E / 44.281351°N 10.237491°E44.281351; 10.237491
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Monte La Nuda
Monte La Nuda

Il monte La Nuda è una cima dell'Appennino tosco-emiliano di 1.893 metri di altezza sul livello del mare.

La montagna rientra nel territorio dell'ex Parco del Gigante, ora facente parte del Parco nazionale dell'Appennino Tosco-Emiliano.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La vetta del monte è situata al confine tra l'Emilia e la Toscana, tra i comuni di Ventasso (comune di Collagna fino al 2015), (Reggio Emilia), e Fivizzano, (Massa-Carrara), in Lunigiana. Il monte si trova pochi km a sud-est del passo del Cerreto.

Monte La Nuda con Cerreto Laghi e il passo del Cerreto.
Monte la Nuda in inverno

Origine del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il termine La Nuda ha una origine incerta, anche se presumibile. Dal lato emiliano, il monte veniva denominato in passato utilizzando i toponimi Alpe delle Pielle o Nuda delle Pielle, a causa della folta presenza di abeti bianchi sui suoi versanti settentrionali. L'attuale denominazione potrebbe essere stata imposta dai topografi che hanno preso il comune detto locale utilizzato per tutti i pascoli sopra il limite del bosco: in t'la nudda (infatti anche il Monte Nuda modenese aveva prima dei rilevamenti militari tutt'altro nome…).

Dal lato lunigianese, (il Monte confina con il territorio di Fivizzano) vi è invece la tradizione dialettale di attribuire la locuzione an'tla Nuda alla parte più elevata delle montagne appenniniche, ad indicare la montagna brulla, senza alberi e pertanto spoglia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sulla vetta fu costruita negli anni '20 del XX secolo una stazione radio per le comunicazioni tra la Marina Militare di stanza alla Spezia e il versante padano. Seppur da decenni abbandonata, la struttura è ancora solida, nonostante mostri evidenti segni di degrado con le armature quasi totalmente prive di copriferro.

Strutture[modifica | modifica wikitesto]

Poco sotto la vetta, sul versante Cerretano, sono stati costruiti gli edifici di arrivo superiore delle seggiovie che servono la località sciistica di Cerreto Laghi.

Panorami[modifica | modifica wikitesto]

Come da tutte le vette posizionate sull'Appennino Tosco-Emiliano, in presenza di cielo terso, è possibile ammirare il mar Ligure, l'arcipelago toscano, la Corsica e buona parte dell'arco alpino.

Monti omonimi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'Appennino tosco-emiliano vi sono altre tre montagne chiamate Nuda: una si trova nel gruppo del monte Giovo, presso il Lago Santo; una nei pressi del Corno alle Scale; l'ultima è vicina al passo di Giovarello.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]