Meralgia parestesica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni qui riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. Questa voce ha solo scopo illustrativo e non sostituisce il parere di un medico: leggi le avvertenze.
Meralgia parestesica
Codici di classificazione
ICD-9-CM (EN) 355.1
ICD-10 (EN) G57.1

Per meralgia parestesica in campo medico, è una della sindromi da intrappolamento nervoso, riguardante il nervo cutaneo femorale laterale.[1]

Epidemiologia[modifica | modifica sorgente]

Colpisce prevalentemente i maschi adulti obesi, chi effettua lavori particolari o qualunque attività che preme a lungo sul femore (esempi: cinture strette, vestiti attillati)

Sintomatologia[modifica | modifica sorgente]

Fra i sintomi e i segni clinici ritroviamo parestesie, ipoestesie o disestesie, che interessano le cosce, la pelle interessata è poco sensibile agli stimoli esterni.

Terapia[modifica | modifica sorgente]

Normalmente risulta sufficiente evitare le cause che comportano tale disturbo, il solo slacciare la cintura ad esempio può portare sollievo o nel caso di persone obese seguire una dieta adeguata. Nei casi più gravi occorre la somministrazione di corticosteroidi, e se non dovesse essere sufficiente si ricorre ad intervento chirurgico.[2]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Kavanagh D, Connolly S, Fleming F, Hill AD, McDermott EW, O'Higgens NJ., Meralgia paraesthetica following open appendicectomy. in Ir Med J., vol. 98, 2005, pp. 183-185.
  2. ^ Khalil N, Nicotra A, Rakowicz W., Treatment for meralgia paraesthetica. in Cochrane Database Syst Rev., vol. 16, luglio 2008.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina